Alexa Unica Radio
nella foto del convegno il ragazzo guarda il futuro nell'orizzonte cercando nella consapevolezza la libertà

Convegno a Cagliari: “E se fosse… Consapevolezza è Libertà”

Il convegno nella sala Fondazione di Sardegna in via San Salvatore da Horta verterà sul futuro: tra razionalità e scatti di immaginazione.

Al convegno ci saranno accademici, scienziati, giornalisti, esperti in vari settori chiamati a dibattere tra loro e con il pubblico sulla possibilità di esplorare orizzonti innovativi.

Il convegno si terrà mercoledì 18 e giovedì 19 gennaio a Cagliari dalle 16.30 alle 20.30. “E se fosse…Consapevolezza è Libertà. Disegnare un mondo diverso, immaginare traiettorie possibili”. Il convegno è in via San Salvatore da Horta 2, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna, contributore esclusivo dell’iniziativa.

Due giorni di convegno

Due giorni di convegno con un tema anche dalle molteplici implicazioni condensato pure nel titolo che richiama di conseguenza esperti in vari settori a dibattere tra loro e con il pubblico sulla possibilità di esplorare nuovi orizzonti e nel mentre di disegnare traiettorie inedite per costruire infine un mondo a misura di nuove sfide e necessità. Ciò partendo dalla consapevolezza, intesa sia come misura dei rischi e degli ostacoli sia come molla verso la sperimentazione in senso lato e ampio, quale premessa teorica e metodologica per indagare gli scenari attuali e le tendenze in atto così da organizzare le sfide imprenditoriali, le scelte dirigenziali e politiche per il futuro in modo da non rincorrerlo e subirlo ma da anticiparlo e plasmarlo.

«Il convegno che abbiamo pensato di organizzare – sottolinea il direttore scientifico, Silvano Tagliagambe – riguarda l’esigenza di proporre un approccio che non abbia timore del rischio e sappia imboccare la strada di un’innovazione fondamentale, basata su un’autentica “scommessa”, a scapito di quella graduale e prudente usualmente adottata. Oggi è più che mai urgente percorrere una strada simile, abbinando a un atteggiamento intensamente razionale e rigoroso una volontà che sia intensamente trasformativa».

EjaTV si occuperà della diretta del convegno mentre Kitzanos del coordinamento, organizzazione, media relations e social media management. A conclusione della manifestazione sarà prodotto un Instant Book.
L’iniziativa di carattere internazionale sarà trasmessa in diretta streaming e il pubblico potrà seguirla sul sito dedicato www.synapsis.tech ( dove si potrà leggere il programma completo e le informazioni biografiche sui partecipanti) e sui canali social di EjaTV e di Kitzanos. Le giornaliste Daniela Pinna e Paola Pintus, assieme al docente di Etica del Digitale e blogger, Michele Kettmaier modereranno le sessioni con i relatori in sequenza.

L’apertura del convegno

L’apertura del convegno sarà mercoledì 18 gennaio – a partire dalle 16.30 – curata da Nicola Pirina, esperto di strategie per l’innovazione che introdurrà il direttore scientifico, Silvano Tagliagambe, il quale offrirà una cornice della due giorni.
I relatori della prima giornata saranno: Alberto De Toni, Luca De Biase, Andrea Bonaccorsi, Cristina Rossi Lamastra che si susseguiranno per trenta minuti ciascuno. Al termine le domande dal pubblico.

Il giorno successivo, giovedì 19 gennaio, mentre Nicola Pirina e Silvano Tagliagambe delineeranno il quadro emerso dal convegno sino a quel momento riepilogando di seguito le suggestioni emerse nella giornata iniziale e daranno così il via infine alla seconda sessione che avrà tra i protagonisti: Roberto Masiero, Daniela Viglione, Roberto Battiston, Roberto Siagri, Tiziana Catarci, Alfio Quarteroni e Ignazio Licata secondo schema e tempi consueti. Al direttore scientifico, Silvano Tagliagambe, il compito di individuare in conclusione il filo conduttore del convegno tra i vari interventi e la chiusura dei lavori da parte di Nicola Pirina.

About Samuel Pes

Appassionato di storia e di geopolitica, di lettura e di cinema. Il più grande desiderio? Diventare giornalista freelance e docente.

Controlla anche

“Pace nera”, le opere di Lecca nella cripta del Santo Sepolcro

Get Widget “Pace nera”, le opere di Lecca nella cripta del Santo Sepolcro Una mostra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *