Alexa Unica Radio

Love Sharing, Festival di teatro e cultura nonviolenta

Love Sharing, VII edizione del Festival di teatro e cultura nonviolenta: dal 15 al 28 Ottobre 2022 a Cagliari e Elmas.

Giunge alla VII edizione Love Sharing. Il primo Festival internazionale interamente dedicato alla promozione della cultura della Nonviolenza attraverso le arti performative (teatro, arti visive, musica), la ricerca scientifica, le pratiche politiche, sociali. Il tema di questa settima edizione che si svolgerà dal 15 al 28 Ottobre 2022 nel comune di Cagliari e di Elmas è Equilibri Vitali: limiti, confini, soglie.
Come ogni anno, gli appuntamenti in cartellone, rivolti alle diverse fasce d’età, verranno affiancati da workshop e incontri. Tramite il coinvolgimento diretto delle associazioni, gruppi e cittadini nello svolgimento delle attività. A partire dal centro fino ai quartieri più periferici della Città Metropolitana di Cagliari. Minimo comune denominatore, l’approccio nonviolento alla soluzione dei conflitti, pubblici e privati, sociali e politici, declinato in una miriade di versioni. È questa la linea guida che caratterizza Theandric Teatro Nonviolento, la compagnia organizzatrice diretta da Maria Virginia Siriu.

Il programma

Love Sharing prenderà il via il 15 e il 16 ottobre presso il Centro Urbano di Cagliari con lo spettacolo itinerante Peregrini Carmina di Theandric Teatro. Con la regia di Maria Virginia Siriu, un evento di arte pubblica e condivisa che accade tra la gente, nelle vie del centro cittadino. Fa parte del progetto di camminate meditative e arte, che mette a sistema la riscoperta del tessuto urbano con i suoi paesaggi, l’integrazione del tessuto sociale e il coinvolgimento diretto del pubblico nella creazione artistica.
Il 19 ottobre al Teatro Comunale Maria Carta di Elmas e il 20 ottobre al Teatro Sant’Eulalia di Cagliari la compagnia Catalyst porta in scena Decaneurone. Di e con Corrado Rombi, un viaggio comico e sensuale in Oriente, dal Decamerone di Boccaccio. Con musiche originali e un canto, che ci conduce oggi, come durante la peste del 1347, a incontrare le nostre paure nelle relazioni sociali, e superarle attraverso il potere dell’immaginazione e del teatro.
Il 21 ottobre il Teatro Comunale Maria Carta ospita “Carla o dell’essere se stesse I“. Spettacolo teatrale, con la regia di Tino Belloni, che racconta la vita dell’attrice Carla Baffi della compagnia I Barbaricciridicoli. Un percorso di transizione di genere che la porterà ad adeguare la sua identità fisica alla sua identità psichica. Enzo Giagoni un giorno del 2020 decide di essere finalmente, anche per gli altri, quello che ha sempre saputo di essere ed è sempre stata per sé. Ovvero una donna, costretta a negare sé stessa, per non dispiacere agli altri, per la paura del loro rifiuto e abbandono.

Oltre alla programmazione serale, Love Sharing ha ideato un calendario di spettacoli riservati alle scuole

Il 18 e il 19 ottobre la formazione artistica Compagni di viaggio presenta lo spettacolo-conferenza Leave or take. Con la direzione scientifica di Ferdinando Arzarello, professore emerito di Didattica della Matematica Università di Torino. I due concorrenti di un gioco a premi sono costretti a fare scelte che devono prevedere la strategia dell’avversario, attraverso “la teoria dei giochi”. Un’elaborazione matematica del secolo scorso che si può applicare alle relazioni sociali, all’economia, politica o biologia.
Mirabilie, meraviglie e metamorfosi, tratte da Lo cunto de li cunti di G.Basile, trasportano il giovane pubblico nel viaggio infinito del teatro. Teatro dei Colori porta in scena La cerva fatata il 27 e il 28 ottobre presso l’Istituto Comprensivo Pirri di Cagliari. Uno spettacolo che unisce il servo e il re, che redarguisce i padroni e premia i fanciulli. Che ci fa ridere del riso saggio, leggero e ironico, che ci aiuta a vivere e comprendere con uno slancio di immaginazione e creatività ogni momento della vita. Con Rossella Celati, Valentina Franciosi, Daniela Calò e la regia Valentina Ciaccia.
Anche quest’anno sarà avviata la campagnaUn biglietto per LOVE SHARING”, un esempio di innovazione sociale applicata alla fruizione dello spettacolo. Perché il costo del biglietto non diventi un motivo di esclusione, chi vuole può acquistare uno più biglietti per gli spettacoli, o un abbonamento, da lasciare a disposizione di chi non può permettersi quell’investimento in cultura. Chi vorrà usufruire del biglietto o abbonamento sospeso, proprio come il caffè, può prenotare e ritirare direttamente al Festival.

About Laura Piras

Studentessa della facoltà di Scienze Politiche. Vivo a San Sperate, un paese a circa 20 minuti da Cagliari. Mi piace seguire l'attualità e discuterne. Sono impegnata nel mondo del volontariato da circa 4 anni presso un'associazione di soccorso.

Controlla anche

violins g9eee48a19 1920

L’omaggio di Marco Tutino alla Sardegna e alla sua lingua

Get WidgetPrima assoluta sabato sul palco per “In amoroso furore” Marco Tutino rende omaggio alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *