Alexa Unica Radio
children 593313 960 720 1
children 593313 960 720 1

Università e diritto allo studio: rapporto Crei 2021

Rapporto Crei 2021: l’avvento della pandemia ha cambiato radicalmente le condizioni dell’Università e dei suoi protagonisti

L’avvento della pandemia nel febbraio 2020 ha cambiato radicalmente la condizione delle Università e dei suoi protagonisti. Tanto a livello nazionale quanto locale. Provocando tuttavia un allargamento delle maglie della disuguaglianza tra Nord e Sud del paese.

Le disuguaglianze 

In generale è importante affermare che lo scoppio della crisi sanitaria globale ha colto impreparati tutti i sistemi dell’educazione all’interno del territorio italiano. Dal grado minore della formazione fino al maggiore, dagli asili, alle scuole fino alle Università. Ma, allo stesso tempo, si deve altresì riconoscere la miglior preparazione – quantomeno in termini economici – delle regioni del nord rispetto a quelle del sud. In tutti i gradi della formazione infatti, con la stabilizzazione della ormai nota DAD – didattica a distanza – numerose sono le famiglie soprattutto del centro sud Italia con una carenza di mezzi.  Ciò è tale da non potersi permettere un computer, un tablet e una connessione internet efficace. Al fine di poter subire meno il ‘’lockdown’’ provocato dalle disposizioni per il contenimento e il contrasto della diffusione epidemiologica messe in campo dallo Stato e dalle Regioni.

Questo fattore ha certamente contribuito ad alimentare un divario già esistente tra le regioni. E gli aiuti delle istituzioni non sono stati sufficienti a colmarlo. Questo significa che molti dei problemi attualmente esistenti non sono nuovi o partoriti dall’avvento del Covid-19, bensì già esistenti e da quest’ultimo potenziati e acuiti. Ed è proprio da queste ragioni che nasce il presente rapporto: una fotografia della Sardegna e delle sue Università; un confronto con noi stessi attraverso alcune serie storiche degli ultimi decenni, con una particolare attenzione anche agli anni del covid e alle conseguenze che ha prodotto sul welfare studentesco. Un passaggio fondamentale, inoltre, sulla condizione del diritto allo studio in Sardegna: cosa è cambiato rispetto agli anni degli ‘’idonei non beneficiari’’ di borsa di studio e quanto è cresciuta la platea di coloro che possono accedere ai livelli essenziali delle prestazioni rispetto all’intera popolazione studentesca universitaria isolana.

About Stefania Crobu

Studentessa di Beni culturali e spettacolo. Appassionata di arte, cinema, musica, sport e cucina.

Controlla anche

quiz g48a019017 1920

Concorsi per scuole e università Sardegna2030

Get Widget Apre oggi la piattaforma online per partecipare ai due concorsi dedicati a tutti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.