Janas
Punta Giglio

Un rifugio a Punta Giglio: sfida al turismo sostenibile

A Punta Giglio, nel Parco di Porto Conte, ad Alghero, la natura accoglie amanti di trekking, bici e passeggiate. Un “Rifugio di mare” per sportivi e amanti della natura.

L’idea ha ispirato la partecipazione al bando del 2017 del Demanio statale per rigenerare la vecchia batteria militare che sovrasta l’area e farne un “Rifugio di mare“. Questo è il nome del progetto che ha vinto nel 2017 la gara per iniziative di turismo lento.

Tra non fare nulla e la speculazione c’è lo sviluppo sostenibile“, dice Doris Zaccaria, ravennate trapiantata a Milano prima di scegliere Alghero, cofondatrice della coop e ispiratrice del progetto.

Sarà una foresteria con 7 stanze e 20 posti letto e una fattispecie di piscina poco più alta di un metro. Quest’ultima è prevista dalle norme e non necessita di pavimentazioni inidonee all’area né di bagnino. L’area ristoro valorizzerà le eccellenze locali. Una struttura fatta per chi già visiterebbe l’area: sportivi e amanti della natura. D’accordo col Parco, ospiterà un percorso museale naturalistico e uno storico, grazie al restauro dei resti del secondo conflitto mondiale. Non è un resort di lusso, ma il Comitato per Punta Giglio la pensa diversamente.

La protesta

Ma i critici preferirebbero che non si facesse nulla, per rispetto di piante e animali o per paura che le carte non dicano tutto. La protesta è tardiva ma aspra: è stata interessata la Procura di Sassari, presto toccherà al Tar. Ogni documento è stato spulciato, le norme esaminate, le parole degli enti coinvolti – tra chi ha dato l’ok e chi non ha battuto ciglio – lette come artifici lessicali. Tra informazioni contrastanti e distanze acuite dai social, la querelle non è sul progetto, di cui molti sanno poco, ma sul modo in cui si è venuti a conoscerlo.

Quindi, in sintesi, ben venga un Rifugio che valorizzi un bene fatiscente, ma non è tardi per chiedere a enti e istituzioni che certe scelte siano partecipate.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Ilaria Atzei

Ilaria Atzei
Mi chiamo Ilaria e frequento l'ultimo anno della triennale di Beni Culturali e Spettacolo dell'Università di Cagliari.

Controlla anche

WWF Greenjobs

WWF YOUng: il comportamento dei cetacei con Laura Pintore

La prima serie di podcast prodotti da WWF Italia, sezione YOUng: i greenjobs. L’esperienza nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *