Janas
restaurant 3597677 1920

Riaperture: il tema sarà portato in CDM la prossima settimana. Si punta a maggio

Giancarlo Giorgetti: “La decisione sulle riaperture sarà presa probabilmente la prossima settimana dal Consiglio dei ministri”. Non è possibile indicare adesso una data precisa, ma si punterà a maggio.

Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha anticipato che la prossima settimana probabilmente il Consiglio dei Ministri affronterà il tema delle riaperture. La dichiarazione è stata fatta ieri durante l’incontro con i rappresentanti della Federazione Italiana Pubblici esercenti, tenutasi al Mise. Giorgetti ha inoltre ringraziato i partecipanti per la correttezza con cui hanno esposto la difficile situazione in cui si trovano, ormai da tempo, gli esercizi pubblici.

Il ministro ha dichiarato che non è possibile indicare in questo momento una data precisa per la ripresa delle attività. Ci sono però buone possibilità per maggio, che potrebbe essere il “mese delle riaperture“, afferma Giorgetti. Durante la riunione ha infatti sottolineato che gli indicatori stanno migliorando. A favore della proposta gioca l’arrivo della primavera: “anche la natura ci darà una mano come lo scorso anno”, ha aggiunto.

Si punta quindi a riaprire in sicurezza sfruttando gli spazi all’aperto. Una modifica di questa portata dovrà essere ovviamente compatibile con il miglioramento dei dati. Il Governo è intenzionato a verificare settimana per settimana i dati del contagio, per poter pianificare in sicurezza la ripartenza di una serie di attività, senza correre rischi. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, si vede d’accordo con Giorgetti. Saranno i dati ad avere l’ultima parola sul tema delle riaperture. Quanto alla possibilità di riaprire nel mese di aprile: “ce lo diranno i dati. Il decreto vigente dura fino al 30 aprile, credo sia sicuramente lecito aspettarsele per maggio“. Così ha detto il ministro Speranza, intervenuto a Porta a Porta.

Il tema delle riaperture sta a cuore non solo ai commercianti, che subiscono in prima linea gli effetti della grave crisi economica causata dalla pandemia, ma anche a tutti gli italiani. Nonostante questo è necessario ancora essere prudenti, perchè, come già l’esperienza ci ha insegnato, “fare un passo più lungo può riportarci indietro“, ricorda il ministro Speranza.

 

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Giulia Demuru

Giulia Demuru
Studentessa presso l'Università di Cagliari - Filosofia e teorie della comunicazione

Controlla anche

sidewalk cafe 53318 1920

Consumi. La riapertura dei ristoranti attesa da un italiano su tre

La riapertura di bar e ristoranti e ciò che più attendono gli italiani. Stare seduti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *