Alexa Unica Radio
Portare la creatività in classe

Portare la creatività in classe: School Education Gateway

School Education Gateway: il bollettino di ottobre, con una serie di segnalazioni sugli ultimi contenuti disponibili online

School Education Gateway, la piattaforma UE ricca di opportunità di sviluppo professionale per gli insegnanti. Ha fatto uscire il numero di ottobre del suo bollettino, con una serie di segnalazioni sugli ultimi contenuti disponibili online.

In particolare, questo mese il focus è sulla creatività. Intesa come mezzo per immaginare possibilità, ma anche come via per creare connessioni, partecipare alla società, dare vita a qualcosa di innovativo. Ma come applicarla alle diverse discipline scolastiche? Una strategia efficace può essere quella dell’apprendimento basato su progetti (l’ormai diffuso Project-based Learning). Infatti, una metodologia che rende possibile coltivare il pensiero creativo attraverso il coinvolgimento degli studenti in situazioni di vita reale. Diversi articoli presenti sul sito europeo puntano i riflettori proprio su questa metodologia didattica. Inoltre, presentando una serie di progetti insieme a idee e spunti per svolgere in classe attività di questo tipo.

Sul numero di ottobre, anche la segnalazione di webinar su inclusione e intercultura e una selezione di video su progetti educativi realizzati in tutta Europa, da cui trarre ispirazione per il lavoro in classe.

La creatività è immaginare possibilità, creare nuove connessioni,
creare qualcosa di nuovo. Sempre più apprezzato come essenziale
capacità di vivere, prosperare e partecipare alla società,
la creatività può essere applicata ad ogni materia scolastica. Come? L’uso
dell’apprendimento basato su progetti (PBL) è un modo efficace per aiutare
coltivare capacità di pensiero creativo. PBL sfida gli studenti a
imparare attraverso il coinvolgimento con i problemi del mondo reale, attivamente
coinvolgerli in attività significative.

About Roberta Dessì

Sono una studentessa di Scienze della Comunicazione all'Università di Cagliari. Ho 21 anni e vivo a Cagliari. Mi piace studiare ma in particolar modo mi piacciono materie che riguardano la comunicazione pubblica, d'impresa e la pubblicità. Inoltre, in linea con il percorso di studi che ho scelto, seguo molto volentieri le lezioni sul marketing e la comunicazione. Non sto mai ferma e nel tempo libero mi piace fare sport, ascoltare musica o seguire serie TV e film. Adoro viaggiare e mi piacciono molto gli animali.

Controlla anche

Identificato nuovo potenziale target terapeutico nella SLA

Un’équipe di ricercatori ha descritto il ruolo chiave del recettore CXCR2 in un gruppo di …