Unica Radio App
statue nuragiche al museo archeologico di Cagliari

Fase 3: Museo Archeologico Cagliari riapre in sicurezza

Riapre il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari. Ingresso contingentato e prenotazione

statue 912x603 1 Fase 3: Museo Archeologico Cagliari riapre in sicurezza

Dopo oltre tre mesi di chiusura dovuta all’emergenza Covid-19, il Museo archeologico di Cagliari accoglierà in sicurezza il pubblico da martedì 16 giugno. L’ingresso sarà gratuito per i successivi 15 giorni dalla data di riapertura, fino a martedì 30 giugno.

Porte aperte dal 16, ingresso gratuito per i primi 15 giorni. In questa prima fase gli ingressi saranno contingentati e per evitare assembramenti o inutili attese si consiglia di prenotare la visita.

Per prenotare è necessario scrivere una email all’indirizzo: [email protected].

Nel rispetto della normativa e per assicurare una visita in piena sicurezza, la Direzione del Museo ha stabilito che sarà necessario indossare sempre la mascherina, rispettare la distanza di sicurezza e seguire le indicazioni del personale e dei pannelli informativi. Il Museo sarà aperto dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 20, (chiusura biglietteria 19:15).

Il museo archeologico

 Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, arroccato nella parte più alta della città nel quartiere medievale di Castello, fa parte del complesso museale della Cittadella dei Musei Giovanni Lilliu, fino a metà Ottocento Regio Arsenale. Negli anni Sessanta del secolo scorso, con il progetto degli architetti Libero Cecchini e Pietro Gazzola, il complesso è diventato la Cittadella dei Musei e, nel suo ambito, il Museo Archeologico svolge un ruolo di primo piano, meta obbligata per migliaia di turisti.

E’ la più importante e prestigiosa sede espositiva di antichità della Sardegna, punto di riferimento del territorio, con i suoi oltre 4000 oggetti che raccontano una storia lunga quasi 7.000 anni dalla Preistoria all’Alto Medioevo.

La struttura si dispone intorno a un cavedio e, per lo sviluppo di quattro piani, consente, attraverso ampie vetrate e ballatoi, una ottima panoramica sulla città di cui la Cittadella costituisce il punto più elevato; all’esterno della struttura vi sono ampi camminamenti e spazi verdi destinati alla sosta.

La collezione si dispone su quattro livelli: -piano terra con un percorso di tipo cronologico didattico; recentemente, nell’ambito del progetto di accessibilità Museo Liquido, è stato riallestito con la sistemazione di nuovi pannelli esplicativi, di un percorso tattile e di apparecchiature digitali, tavolo touch, monitor di piano, video con contenuti nella Lingua dei Segni (LIS).-primo piano con un percorso di tipo topografico; la città di Cagliari e la sua provincia. -piano intermedio dedicato ad uno spazio per la didattica provvisto di una lavagna multimediale (LIM) e di un angolo dedicato alle attrezzature per la riproduzione in 3D dei reperti. -secondo piano con un percorso di tipo topografico relativo ai più importanti siti archeologici della Sardegna meridionale (Nora, Bithia, Sulkì, Monte Sirai). -terzo piano destinato a mostre temporanee che attualmente ospita l’esposizione del contesto statuario rinvenuto a Mont’e Prama (Cabras-OR).

Rassegna Significante

About Marco Vacca

Marco Vacca
Vivo in un piccolo paesino nel Sud della Sardegna. La mia più grande passione è viaggiare, conoscere nuovi posti e nuove persone. Ho visitato le più grandi città d'Europa e presto mi piacerebbe visitare il resto del mondo! Tra le mie passioni fare il Pizzaiolo, proprio come mio Padre, un lavoro che amo e che seguirò pari passo alla mia Laurea in Comunicazione.

Controlla anche

Torre di Marceddì

Lavori di restauro alla Torre di Marceddì

Dopo la sospensione dovuta all’emergenza Covid-19 possono finalmente avere inizio i lavori di restauro dell’antica …