Unica Radio App
berlinale

Berlinale 2020: Sally Potter presenta The Roads Not Taken

La regista britannica arriva in competizione alla Berlinale portando sullo schermo Javier Bardem, Elle Fanning e Salma Hayek

La regista, autrice e cantante Sally Potter propone alla Berlinale una storia personale e intima, tratta da episodi che, malgrado abbia vissuto sulla propria pelle, ha coraggiosamente voluto raccontare attraverso lo strumento del cinema. Alla conferenza stampa di The Roads Not Taken sono presenti, insieme alla Potter, Elle Fanning, interprete di un’amorevole figlia, Javier Bardem, padre colpito da una malattia che lo costringe alla demenza mentale, e Salma Hayek che nel film è un tassello fondamentale nel passato del personaggio di Bardem.

Salma Hayek, Javier Bardem, la regista Sally Potter e Elle Fanning alla presentazione di The Roads Not Taken a Berlino

Le vicende raccontate si alternano tra passato e presente, dove possiamo scoprire dettagli nascosti e di cui neppure la figlia è al corrente. Questo meccanismo realizzato in maniera molto abile racconta più vite di Leo, il protagonista interpretato da Javier Bardem. Durante la conferenza stampa, la regista a raccontato che, “tutti noi abbiamo varie identità, ne scegliamo una e la interpretiamo, ma siamo pieni di potenzialità. Volevo esplorare questa condizione usando il montaggio, che è la musica nascosta del film. Ci sono tanti modi per raccontare una storia, l’importante è trovare il mondo di raccontarla”.

Una buona parte di The Roads Not Taken è recitata in spagnolo. Salma Hayek, nata in Messico e per la seconda volta alla Berlinale, sottolinea che il film della Potter “ha a che fare con le nostre scelte. Io sono entrata in questa industria per miracolo, pensando al luogo da cui provengo. Quando ho iniziato, con il mio accento era impossibile lavorare a Hollywood, ma io ero convinta che le cose sarebbero cambiare e volevo essere parte del cambiamento”.

Il produttore Christopher Sheppard, Salma Hayek, Javier Bardem e la regista Sally Potter alla presentazione di The Roads Not Taken a Berlino

Elle Fanning racconta di quanto è grata dell’esperienza sul set e di aver avuto l’occasione di poter lavorare con Javier Bardem. La giovane attrice sottolinea: “Lavorare con Javier Bardem è stata un’emozione immensa. Lui è un mito, ero molto spaventata. Per me è stato incredibile essere con lui sullo schermo. Durante le prove abbiamo vissuto dei momenti bellissimi condividendo i nostri ricordi. In un paio di mesi dovevamo sviluppare l’affetto che c’è tra un padre e una figlia. Lui non è uno di quegli attori che stanno nel personaggio tutto il tempo, ma la connessione che si è creata tra noi era reale”.

Dal canto suo, Javier Bardem ha confermato la fondamentale importanza delle sue partner sul set nella riuscita del lavoro: “Per preparami al ruolo di malato mentale, ho ascoltato la storia di Sally […], ma l’importante è stato seguire le indicazioni di regia. Interpretando Leo, avevo paura di perdere il controllo della mia performance. Sally mi ha permesso di andare dove dovevo andare per entrare in sintonia col mio personaggio. Ma senza Elle Fanning sarebbe stato impossibile fare ciò che ho fatto, mi sono sentito amato da lei come un padre da una figlia”.

Berlinale 2020: Sally Potter presenta The Roads Not Taken

 
 
00:00 / 6:51
 
1X
 
Rassegna Significante

About Tore Seduto

Tore Seduto
Classe 1989. Appassionato cinefilo a 360°, degustatore di birre e di pizze. Amante dei bei film, ma anche di quelli brutti, davvero brutti. Si è cimentato come regista in lavori discutibile fattura. Irriducibile cacciatore di interviste agli addetti ai lavori della settima arte.

Controlla anche

7693 BERLINALE

Berlinale 2020: la coppia Skarsgård-Hovig nel dramma Hope

Stellan Skarsgård e Andrea Bræin Hovig protagonisti dell’ultimo lavoro di Maria Sødahl nella sezione Panorama …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *