Alexa Unica Radio
festival jazz

Torna il festival jazz di Cala Gonone

Anche le degustazioni all’Acquario, in continuità con la mission (e come consuetudine da molti anni), rappresentano un’ulteriore esperienza sensoriale e di comunione con il territorio a partire dai vini e formaggi selezionati dalla Cantina di Dorgali e dalla Coop Pastori, due dei prodotti più antichi della tradizione gastronomica sarda, tra i più ricercati e apprezzati anche nel resto d’Italia e all’estero.

L’edizione “30+1” sarà introdotta dalle anteprime del festival che si svolgeranno alla fine di giugno.

Si parte mercoledì 20 giugno con la performance recitativa e musicale “I custodi del tempo” tratto dal Tratto dal romanzo “Passavamo sulla terra leggeri” di Sergio Atzeni con il trio Elikes, Coro Prama ‘e seda e la voce narrante di Giovanni Carroni.

La seconda anteprima si terrà all’Acquario di Cala Gonone, sabato 30 giugno, in compagnia del “Sofia Trio in concerto” un’idea che ha coinvolto il chitarrista Mario Meloni e il batterista Luca Deriu, concretizzatasi insieme al contrabbassista milanese Fabrizio Fogagnolo. Un repertorio originale che esprime l’incontro tra stili e culture colorate da jazz europeo e sound afroamericano con influenze dalla musica contemporanea.

La cornice che ospiterà l’ultimo concerto dell’anteprima, domenica 1°luglio, è il parco-museo S’Abbafrisca situato nel territorio di Dorgali. A riempire i suoni della vallata di Littu, Gavino Murgia, il sassofonista e polistrumentista nuorese cresciuto con pane, jazz e l’amore trasmesso dal padre per la musica classica.

La XXXI edizione, nella sua forma canonica -il cartellone di quattro giorni dal 26 al 29 luglio comincia all’Acquario di Cala Gonone con “The Heart and the Void” alias Enrico Spanu, giovane musicista sardo che trae ispirazione dai testi e dal sound della musica folk americana, senza disdegnare qualche incursione nel pop britannico.

La sera, al Teatro Comunale, doppio concerto con Mal Bigatto Trio in apertura e a seguire il quartetto di Chiara Pancaldi & Darryl Hall un dialogo melodico in continua evoluzione, capace di creare ogni volta performance uniche, grazie all’improvvisazione e all’alchimia tra i due, sempre imprevedibile.

Il primo concerto alle Grotte del Bue Marino, venerdì 27 luglio, vede la poliedrica artista Rossella Faa ripercorrere quindici anni di brani insieme ai musicisti Giacomo Deiana alla chitarra, Nicola Cossu al contrabbasso e Stefano Sibiriu alle percussioni.

About Alberto Cattarin

Alberto Cattarin, vengo da Isili e ho 24 anni. Studio Comunicazione, amante del tempo libero e del buon cibo.

Controlla anche

violins g9eee48a19 1920

L’omaggio di Marco Tutino alla Sardegna e alla sua lingua

Get WidgetPrima assoluta sabato sul palco per “In amoroso furore” Marco Tutino rende omaggio alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *