Alexa Unica Radio
download 9
download 9

Sclerosi multipla, una malattia tempo-dipendente

La Sclerosi Multipla è una malattia autoimmune, infiammatoria, demielinizzante e degenerativa del sistema nervoso centrale, colpisce soprattutto le giovani donne tra i 20 e i 40 anni.

Per la sua particolarità, implica un approccio multispecialistico e multiprofessionale, al fine di tenerla sotto controllo il più possibile. Chi normalmente ne è colpito – parliamo di 130mila persone in Italia – è costretto a convivere con la malattia per tutto il resto della propria vita.

Il fatto d’iniziare la terapia il più precocemente possibile porta ad un rallentamento della disabilità, ogni individuo richiede un programma di cura personalizzato, Motore Sanità ha organizzato un nuovo appuntamento regionale dal titolo “Focus Liguria: #MULTIPLAYER – La sclerosi multipla si combatte in squadra”, con l’obiettivo di sensibilizzare le Istituzioni verso un trattamento precoce ed efficace.

“La Sclerosi Multipla è una malattia poliedrica con molte sfaccettature e la sua cura deve essere altrettanto poliedrica e multidisciplinare. È anche una malattia tempo-dipendente, perché la degenerazione non è limitata alla fase tardiva della malattia, ma inizia con l’iniziare della malattia nella sua fase preclinica.

Ci porta a due considerazioni: l’importanza della diagnosi precoce – che la risonanza magnetica ci permette di fare anche nella fase preclitica – e del trattamento precoce. Quello che abbiamo imparato in questi anni nell’utilizzo di questi trattamenti è che il trattamento precoce con terapia ad alta efficacia è quello che impatta veramente l’outcome clinico nel lungo termine”.

“Le parole chiave nelle cure devono essere: appropriatezza, equità e sostenibilità. In relazione a quest’ultimo punto, sulla questione ricambio generazionale e borse di studio per le scuole di specializzazione, in Liguria – Regione che conta 1milione e 600mila abitanti – saremo in affanno ancora per 2-3 anni”.

About Ale Laconi

Mi presento, sono una ragazza che studia all'università di Cagliari in 'beni culturali'. Appassionata sin dalle superiori alla storia dell'arte, portandomi ad intraprendere questo percorso di studi. Nel tempo libero mi piace viaggiare con la mia macchina fotografica, immortalando ciò che mi colpisce, a partire dai paesaggi, persone e tutto quello che mi ispiri arte. Mi piacerebbe trasformare una delle mie passioni in un lavoro futuro.

Controlla anche

parlamento italiano

‘Manifesto’ per migliorare cure di pazienti con insufficienza intestinale cronica

Get Widget Condiviso da pazienti, clinici e rappresentanti delle istituzioni, il manifesto serve per migliorare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.