Janas

Porto di Cagliari: Grendi chiede più spazio nell’area terminal internazionale

L’impresa di trasporti navali chiede più spazio per poter lavorare meglio nel capoluogo sardo: “non interferisce con arrivo nuovi operatori e dà posti lavoro”.

grendi

Il Gruppo Grendi ribadisce la richiesta di uno spazio dedicato nel terminal internazionale del porto canale di Cagliari. Per la compagnia la domanda non interferisce con la possibilità di ingresso di nuovi operatori e garantirebbe l’assunzione di circa 20 lavoratori del vecchio terminalista Cict. Numeri che potrebbero aumentare con la crescita dei traffici.

Le parole dell’AD di Grendi

“La nostra richiesta, avanzata nell’ottobre 2019, è quella di ottenere in concessione un’area relativa a circa 300-350 metri sui circa 1.550 di banchina attualmente disponibili del terminal di Porto Canale. L’obiettivo è quello di costruire un punto fermo in una rete efficiente di trasporto internazionale di container”, afferma Antonio Musso amministratore delegato di Grendi Trasporti Marittimi. Questo, aggiunge, “darebbe maggiore impulso allo sviluppo economico sardo”.

Sullo sfondo c’è il problema della call internazionale, conclusasi senza esito, per la gestione del terminal dopo l’addio di Cict. “Ci teniamo anche a sottolineare – spiega Musso – che la richiesta del Gruppo Grendi non ostacola l’ingresso di altri operatori che intendano utilizzare gli oltre 1.200 metri di banchina per il transhipment. Solo per avere un riferimento internazionale basti pensare che il nuovissimo Terminal di TangerMed dispone di 1.200 m di banchina”.

Una nave più potente per i trasporti merci

Intanto il gruppo comunica che da oggi utilizzerà una nave più potente e capiente: a noleggio arriva la Wedelsborg (180 metri, 20 kn, 2.550 ml, battente bandiera italiana) e prenderà il posto della Severine (150 metri, 17 kn, 1.700 ml di portata) nella tratta Cagliari-Marina di Carrara per 5 volte a settimana.

I dati del 2020 di Grendi

Nel 2020 il Gruppo Grendi ha movimentato nel terminal di Cagliari oltre 32.000 TEU di container offrendo i servizi di logistica a clienti come Hapag Lloyd e MSC. In Sardegna il Gruppo dispone di 20.000 mq di magazzini di distribuzione, è l’hub per il trasporto e la distribuzione dei prodotti Barilla nell’isola e si appresta a lanciare una nuova linea merci tra Marina di Carrara e Olbia.

About Fabio Allegra

Fabio Allegra
Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

MASSIMO LOCCI

Abiti sposa in piazza, flash mob operatori wedding Cagliari

“In ginocchio con restrizioni Covid, pronti a nuove proteste” Abiti da sposa in piazza dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *