su questo sito web
Unica Radio App
rapporto istat

Rapporto Istat, in Italia è sovrappeso 1 bambino su 4

In Italia è in sovrappeso un minore su quattro. E’ la condizione che riguarda circa 2 milioni e 130 mila bambini e adolescenti, stando all’ultimo rapporto Istat.

Secondo l’istituto di statistica la maggior parte dei minori, circa 2 milioni, non pratica sport né attività fisica. E se il 74,2% di bambini e ragazzi consuma frutta e verdura ogni giorno, solo il 12,6% arriva a 4 o più porzioni. Mentre ben un quarto dei bambini e degli adolescenti consuma quotidianamente dolci e bevande gassate.

E’ il quadro che emerge dal report sugli stili di vita, che segnala comunque un decremento del fenomeno. La quota di bambini e ragazzi sovrappeso e obesi è pari nel biennio 2017-2018 al 25,2%, ma era al 28,5% in quello 2010-2011. Lo studio, che prende in considerazione bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni, segnala in particolare un aumento del numero di coloro che praticano sport. I chili di troppo hanno anche una connotazione geografica. L’eccesso di peso è più elevato nel Mezzogiorno.

Nei paesi dell’Ue, in media, è obeso quasi un bambino su otto tra i 7 e gli 8 anni. La maglia nera spetta a Cipro (20%), ma l’ Italia segue a ruota con la Spagna (18%), e precede Grecia e Malta (17%). Nel Belpaese sovrappeso e obesità sono più diffuse tra i maschi (27,8% contro 22,4%). E la fascia di età più critica è quella tra i 3 e i 10 anni (30,4%). Al crescere dell’età, il sovrappeso e l’obesità diminuiscono, fino a toccare il valore minimo tra i ragazzi di 14-17 anni (14,6%).

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Oms

Stretta dell’Oms sui prodotti del tabacco riscaldato

L’Oms non conferma il minor danno per la salute  L’Organizzazione mondiale della sanità si pronuncia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *