Unica Radio App
sulla terra leggeri

“Sulla Terra Leggeri” presenta Natale Acido 2016

Appuntamento solidale al Teatro Massimo di Cagliari il 21 dicembre con musica e racconti velenosi con Natale Acido

Una serata di musica e racconti velenosi come antidoto alle solite feste in un natale acido. Per chi del natale non sopporta le luminarie esagerate, le bontà esibite, le parabole mielate, le pubblicità martellanti, il traffico impazzito, l’albero accessoriato; per chi su questi nostri natali urbani, commerciali e nevrotici sa anche scherzare.

Natale Acido torna a Cagliari mercoledì 21 dicembre, dalle 20,30 al foyer del Teatro Massimo. Un Natale Acido ma anche multietnico e solidale: durante la serata, verranno raccolti fondi per sostenere l’integrazione dei migranti che vivono nel Cagliaritano. Il ricavato sarà devoluto all’acquisto di biciclette per un gruppo di ragazzi arrivati in Sardegna nel 2015 da Gambia, Burkina Faso, Ghana e Costa D’avorio: lavorano nelle campagne di Sestu e San Gavino, e per mancanza di mezzi e collegamenti sono costretti a percorrere a piedi molti chilometri ogni giorno.

Nato dodici anni fa da un’idea del cantautore e libraio Giovanni Peresson, Natale Acido è un evento organizzato dal festival letterario “Sulla Terra Leggeri“, per la direzione artistica di Flavio e Paola Soriga, e in collaborazione – per la data di Cagliari – con Sardegna Teatro.

Il reading, sarà accompagnato dalle musiche di The Longuettes, dai disegnini live di Riccardo Atzeni, e condotto dal giornalista Nicola Muscas. Si alterneranno sul palco scrittori e scriventi, autori pubblicati e appassionati di libri e scrittura, camminatori e regalatori di libri, cantanti reggae e giornalisti, attrici, psicologi, insegnanti, blogger e baristi: Francesco Abate, Flavio Soriga, Paola Soriga, Giacomo Casti, Lele Pittoni, Emilia Agnesa, Bachisio Bachis, Paola Pilia, Dario Dessì, Nicola Mameli, Maria Candida Urgu.

Ingresso libero

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Massimo Mancini

Il futuro dopo la crisi: ne parliamo con Massimo Mancini

Che futuro si prospetta per il mondo della cultura una volta che il coronavirus sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *