Alexa Unica Radio
newspaper g6ef0fabc3 1920

Antas festeggia il trentesimo numero

A otto anni dalla fondazione, il periodico raggiunge questo nuovo traguardo grazie alla fiducia dei lettori

È uscito il trentesimo numero di “Antas”, la rivista che dal 2014 racconta storie e personaggi della cultura sarda. Fondata dall’editore Claudio Pia (PTM Editrice), dal direttore artistico Simone Riggio e dal compianto giornalista Pierpaolo Fadda “Antas” festeggia il nuovo traguardo offrendo ai lettori la possibilità di ricevere gratuitamente la versione digitale di tutti i numeri usciti finora, dalla prima storica copertina con Paolo Fresu fino a oggi.

Le modalità per ottenere il regalo sono reperibili all’interno della rivista. Data ultima per richiederlo il 30 luglio 2022.

Parola alla direttrice

«È un traguardo ma anche un nuovo punto di partenza che ci onora», dichiara la direttrice responsabile Alessandra Ghiani. «La rivista è nata col desiderio di raccontare la cultura sarda in tutte le sue sfaccettature mettendo dentro tanto cuore. È questo l’aspetto che maggiormente contraddistingue “Antas”. Scardiniamo le abitudini attuali che prediligono la sintesi estrema per riprenderci il tempo e lo spazio della lettura. Non so se questa scelta in controtendenza sia la migliore in assoluto, ma dopo otto anni “Antas” è ancora qui. Dedichiamo questo trentesimo numero proprio ai lettori che ci seguono con affetto».

Numerose le storie raccontate nel nuovo numero. Ad esempio, quelle del panificio Porta e delle Distillerie Lussurgesi. Non mancano le interviste ad alcune eccellenze di Sardegna che, ognuna nel proprio campo, restituiscono alla società la maestria che le contraddistingue: Savina Dolores Massa, Sonia Borsato, Nina Deiana, Giorgia Atzeni. In questo numero è presente anche lo sport con gli straordinari risultati raggiunti dall’associazione Tennistavolo Norbello.

Musica e Giardino di Lu

Spazio alla musica con diversi articoli: l’esordio del cantautore sassarese Lisandru, il Museo degli strumenti popolari sardi di Pula e “Sei come un jukebox”, la prima mostra regionale degli strumenti musicali vintage e jukebox organizzata dal 6 al 15 maggio dall’associazione Maart nel Centro intermodale di Macomer.

Un altra realtà di grande importanza per gli scopi che persegue è il Giardino di Lu, un luogo nato per trovare pace e diventato nel tempo fonte di aiuti per la ricerca contro il tumore ovarico.
Inizia in questo numero anche una collaborazione con la rivista Mediterranea Online, che ha concesso la pubblicazione di un articolo dedicato alla teatralizzazione della Settimana Santa in Sardegna.
Presenti, come sempre, le pagine dedicate ai libri, a cui si aggiungono le recensioni di alcuni film usciti nel 2021.

About Renato Cabras

Studente di Scienze della Comunicazione

Controlla anche

Sardegna

Nuova collaborazione tra Fondazione Barumini sistema cultura e associazione Sardegna verso L’Unesco

Get Widget Barumini, 4 agosto 2022. L’associazione “Sardegna verso l’Unesco” parteciperà al prossimo ‘Expo del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.