Alexa Unica Radio
Einstein Telescope

Sos Enattos candidato ad ospitare il nuovo osservatorio ET

Einstein Telescope nuovo osservatorio di onde gravitazionali di terza generazione. Un team di ricercatori ha condotto uno studio per definire sismologicamente il sito di Sos Enattos in Sardegna

La miniera metallifera ormai dismessa di Sos Enattos in Sardegna è il sito candidato ad ospitare il nuovo osservatorio Einstein Telescope. In particolare l’innovativo Einstein Telescope è in grado di osservare i processi cosmici con sensibilità mai raggiunte finora.

Alcuni studiosi hanno condotto uno studio per definire sismologicamente il sito di Sos Enattos. Lo studio multidisciplinare a cui hanno partecipato ricercatori delle Università di Sassari, Padova, Sapienza di Roma, Federico II di Napoli e del Gran Sasso Science Institute (Gssi) è stato pubblicato su Seismological Research Letters 2020.

Il nuovo osservatorio ET ( Einstein Telescope) sarà uno strumento ad altissima sensibilità che contribuirà in modo decisivo a migliorare la nostra conoscenza dell’Universo. Infatti sarà in grado di svolgere un ruolo chiave a livello mondiale nell’attività di ricerca nel campo delle onde gravitazionali.

Per questo motivo è considerato dalla comunità scientifica europea un progetto strategico ed è sostenuto da diversi Paesi tra cui l’Italia. L’Italia, lo scorso settembre, attraverso il Ministero dell’Università e della Ricerca, lo ha candidato per la prossima Roadmap 2021, ovvero il forum strategico europeo che individua quali saranno le future grandi infrastrutture di ricerca su cui investire a livello europeo.

Il progetto dovrà essere realizzato in un’area geologicamente stabile e scarsamente abitata. Le vibrazioni del suolo di origine sia artificiale che naturale possono, infatti, mascherare il debole segnale generato dal passaggio di un’onda gravitazionale. Tra i siti candidati c’è la miniera sarda.

“Sono felice di partecipare a questo lavoro – afferma Matteo Di Giovanni, post doc dell’Area di Fisica al Gssi – , i risultati sono molto promettenti per il sito di Sos Enattos. Sono certo che saranno confermati anche da studi futuri guidando la decisione finale sulla localizzazione di Einstein Telescope in Sardegna”.

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

Corto Maltese verso nuove rotte

Get Widget Dal 6 Agosto la mostra di Hugo Pratt al Palazzo di Città di …