Alexa Unica Radio
VILLANOVAFORRU LE STRUTTURE

Livingagro, cooperazione trans-frontaliera

Partito oggi, ufficialmente, a Cagliari, il progetto di cooperazione trans-frontaliera Livingagro , finanziato dalla UE attraverso il programma ENI CBC Med

Nell’occasione la Regione Sardegna ospita per due giorni a Cagliari i partner (26 e 27 novembre). La mattinata di lavoro del progetto Livingagro è iniziata alle ore 9.30 con il kick-off meeting seguita dalla Conferenza Stampa, alla presenza della DG dell’Autorità di Gestione del Programma ENI CBC Med (Anna Catte) del DG dell’Assessorato dell’Agricoltura (Giulio Capobianco) del DG Forestas (Salvatore Mele) e dei due rappresentanti dell’area sud del Mediterraneo Milad El Riachy (Libano) e Salam Ayoub (Giordania).

I vari intervenuti hanno sottolineato l’importanza della cooperazione internazionale e dello scambio di buone pratiche tra enti e organizzazioni dell’area del Mediterraneo al fine di affrontare congiuntamente sfide comuni: quali quella relativa al trasferimento tecnologico, all’innovazione, alla ricerca in ambito agro-forestale e alla cooperazione tra enti pubblici e privati (Public-Private-Partnership) che concretamente producono risultati misurabili nonché reali benefici per territori e relativi stakeholder coinvolti.

Con un budget complessivo di 3,3 milioni di euro (contributo UE pari a 2,8 milioni) il progetto avrà una durata di 36 mesi e coinvolgerà 6 partner di 4 diversi Paesi dell’area del Mediterraneo (Italia, Giordania, Libano, Grecia).

Oltre all’Agenzia forestale regionale per lo sviluppo del territorio e dell’ambiente della Sardegna (Fo.Re.S.T.A.S.) in qualità di capofila, partecipano al progetto il CNR (Dipartimento di Biologia, Agricoltura e Scienze dell’alimentazione), ATM consulting, il National Center for Agricultural Research and Extension (Giordania), l’Istituto l’Istituto del Libano per la ricerca in Agricoltura e l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Chania (Grecia).

 

L’approccio sarà di ”open innovation”, per promuovere la co-creazione di valore economico e sociale nei territori interessati in area Mediterranea.
Tra le principali azioni del progetto è prevista la creazione di due Laboratori (Living Labs) sui temi dei sistemi olivicoli multi-funzionali (olive multifunctional systems) e dei pascoli arborati (grazed woodlands), la costituzione dei “Living Labs” mediante specifici accordi tra enti pubblici e privati, lo sviluppo della piattaforma ICT dedicata, la creazione di una community pubblico-privata e l’avvio di azioni pilota volte alla sperimentazione.

Decisamente un’occasione importante per l’economia agro-forestale della nostra Regione.

About Giulia Mannu

Nasce a Nuoro nel 1997. Dopo aver conseguito la maturità scientifica nel 2016, comincia a studiare presso la facoltà di Scienze Economiche Giuridiche e Politiche di Cagliari, intraprendendo l'indirizzo di Scienze Politiche.

Controlla anche

Colonia Penale Castiadas

“La strage di Castiadas”, libro di Antonio Cocco

Get Widget Antonio Cocco, già Ispettore della Polizia Penitenziaria, l’autore. L’altra sua opera: “Sassari Primavera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *