Alexa Unica Radio
International Nora Jazz Festival

IX edizione dell’International Nora Jazz Festival

All’ International Nora Jazz Festival, per “Women in Jazz” a Pula, Teatro Romano di Nora, mercoledì 8 agosto, ore 21.30 ci saranno la vocalist danese Sinne Eeg assieme al sax di Emanuele Cisi

L‘International Nora Jazz Festival prosegue con i suoi concerti nella meraviglia del teatro antico: mercoledì 8 agosto, in esclusiva per Nora Jazz, va in scena la danese Sinne Eeg, una delle migliori protagoniste del jazz scandinavo insieme al progetto inedito del sassofono di Emanuele Cisi. Grande attesa anche, sabato 11, per l’arrivo dalla Spagna, dell’enfant prodige Andrea Motis, straordinaria voce e trombettista poco più che ventenne

Sul solco delle grandi voci e musiciste jazz, mercoledì 8 agosto, tocca a Sinne Eeg, una delle migliori protagoniste del jazz scandinavo a scaldare la raffinata platea di Nora. Con la sua intonazione perfetta, il suo impeccabile senso del tempo e il suo timbro dolcissimo, la vocalist danese si è conquistata l’ammirazione di critica e pubblico e, pur essendo ancorata alle solide radici della tradizione jazz, Eeg si è accostata al grande canzoniere americano con una sensibilità più moderna. Mercoledì 8 agosto, alle 21.30, Sinne Eeg salirà sul palco assieme all’inedito progetto di Emanuele Cisi, tra i più apprezzati sassofonisti della scena contemporanea.

Alle 20, in attesa dell’inizio dei concerti, nella spettacolare terrazza davanti al mare, l’organizzazione del festival quest’anno sarà lieta di offrire un drink in occasione degli Aperitivi letterari e dei raffinati Piatti gourmet (a pagamento) firmati da Alberto Sanna e Alberto Jacoboni, due giovani chef tra più talentuosi dell’Isola. L’incontro di mercoledì si preannuncia particolarmente gustoso: a raccontare il diario di bordo del “Torpedone dei trapianti” sarà Francesco Abate col suo ultimo libro edito da Einaudi. Si ricorda infine che da quest’anno, tutti gli appuntamenti che arricchiscono ed integrano la manifestazione fiore all’occhiello del litorale pulese – le visite guidate al sito archeologico di Nora, le letture d’autore da gustare poco prima dei concerti, i piatti gourmet firmati da noti chef isolani, le gite naturalistiche nella spettacolare laguna antistante, il transfer da e per Cagliari (servizio navetta anche per disabili), nonché i pacchetti turistici per chi desidera soggiornare in alcuni dei più eleganti alberghi della zona – saranno gestiti dall’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo in collaborazione col Touring Club Italiano-Sardegna.

Mercoledì 8 agosto un’esclusiva per il Nora Jazz Festival 2018: No Eyes – Looking at Lester Young, album e live-tributo al grande sassofonista Lester Young, è un progetto di grande respiro voluto da Emanuele Cisi, uno dei più apprezzati sassofonisti tenori della scena contemporanea. Cisi ha collaborato con nomi leggendari quali Clark Terry, Nat Adderley, Jimmy Cobb, Sting, Albert Heath, Benny Golson, Billy Cobham, Branford Marsalis, Joe Lovano, Aldo Romano e altri. Al suo attivo ha oltre dieci dischi da leader e più di cento album come sideman e coleader. Il concerto prevede la presenza sul palco di una straordinaria special guest, la cantante danese Sinne Eeg, una delle migliori artiste jazz scandinave, con cinque awards consecutivi come Best vocal jazz album, migliore interprete, miglior album, e prima vocalist nella storia a ricevere il Ben Webster Award.

La sezione ritmica accoglie il pianista-trombettista Dino Rubino che, con la sua poetica delicata e descrittiva, contribuisce a far aleggiare lo spirito di “Prez”. Il rinomato contrabbassista Rosario Bonaccorso e il batterista australiano Adam Pache sono tra più promettenti session drummer del momento. Il progetto di Cisi ha attirato l’attenzione di una delle più importanti label musicali, la Warner Music, che ha voluto produrre l’album lo scorso maggio.

Sabato 11 agosto sarà la volta della trombettista, cantante e compositrice Andrea Motis, originaria di Barcellona, la cui voce è stata paragonata da molti critici a quella di Nora Jones, mostra una maturità musicale che va ben oltre la sua età. Merito del precoce approccio con lo strumento iniziato a suonare a soli sette anni. A dieci anni entra alla Municipal School of Music of Sant Andreu e prende lezioni jazz con il contrabbassista e compositore Joan Chamorro che decide di ingaggiarla nella sua band quando la trombettista è ancora adolescente. Per nove anni ha fatto parte della Sant Andreu Jazz Band, con la quale ha registrato otto dischi, e ha collaborato con musicisti di caratura internazionale, come il trombonista Wycliffe Gordon, i sassofonisti Jesse Davis e Dick Oatts, il clarinettista Bobby Gordon. Dopo il successo maturato negli anni al seguito di Joan Chamorro, Motis, compie il suo debutto da solista con il suo primo disco, Emotional Dance, registrato per la prestigiosa etichetta discografica Impulse Records. La complice e solida armonia sviluppata negli ultimi sette anni con Chamorro, è ben evidente in questo nuovo disco. Le brillanti performance dal vivo la vedono coinvolta oltre che con lo stesso Joan Chamorro al contrabbasso, anche con Ignasi Terraza al piano, Esteve Pi alla batteria e Josep Traver alla chitarra.

Lunedì 13 agosto in esclusiva  l’International Nora Jazz Festival, ospiterà Joanna Teters, la vocalist americana in vetta alle classifiche di gradimento della musica soul, presenterà il suo repertorio accompagnata dai The Family Affair, un quartetto cosmopolita composto da artisti provenienti da diverse parti del globo: YuYing Hsu, pianista taiwanese, certamente tra le più interessanti musiciste asiatiche dell’ultima generazione; Tina Raymond, statunitense residente a Los Angeles, richiestissima batterista e docente, e due illustri e apprezzati musicisti italiani riconosciuti in tutto il mondo, il bassista Giuseppe “Fratello Joseph” Bassi, nonché ideatore dei The Family Affair, e Roberto Ottaviano al sax tenore

Mercoledì 8 agosto, l’aperitivo letterario è con il libro evento dell’estate sarda: Il torpedone dei trapiantati (Edizioni Einaudi) scritto dal giornalista Francesco Abate. Uno scorrettissimo diario di bordo che racconta le storie di una comitiva di sopravvissuti e la loro determinazione alla felicità. A condurre l’incontro Andrea Frailis, letture di Eleonora Giua. Ultimo appuntamento, sabato 11 agosto, con Ada Lai e la straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis. Donna di Sardegna, (Edizioni Palabanda) originale biografia di un’imprenditrice sarda che nel Settecento si distinse per la sua attività di stilista e che sull’Isola creò le prime scuole di formazione divenendo celebre in tutta Europa. Dialoga con l’autrice Viviana Filippini, letture di Eleonora Giua.

A partire dall’1 agosto, data di avvio della nona edizione dell’International Nora Jazz Festival, tutti gli appuntamenti che anno dopo anno arricchiscono ed integrano la manifestazione fiore all’occhiello del litorale pulese – le visite guidate al sito archeologico di Nora, le letture d’autore da gustare poco prima dei concerti, i piatti gourmet firmati da noti chef isolani, le gite naturalistiche nella spettacolare laguna antistante, il transfer da e per Cagliari (servizio navetta anche per disabili), nonché i pacchetti turistici per chi desidera soggiornare in alcuni dei più eleganti alberghi della zona, saranno gestiti dall’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo in collaborazione col Touring Club Italiano-Sardegna. L’Associazione, forte delle centinaia di migliaia di famiglie associate in tutta Italia (350.000 i soci che con le loro famiglie corrispondono a circa 1,5 milioni di italiani), da oltre cento anni promuove e favorisce le politiche culturali più significative per la difesa e la valorizzazione del nostro patrimonio culturale e ambientale e, da quest’anno, forte dell’attività svolta dai suoi consoli in Sardegna, lavorerà in stretta sinergia con l’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo per promuovere e realizzare su tutto il territorio regionale iniziative culturali, di spettacoli e sportive.

L’International Nora Jazz Festival è un progetto in collaborazione con il Comune di Pula e sostenuto dalla Regione Sardegna Assessorato Turismo, Regione Sardegna Assessorato Pubblica Istruzione e Beni Culturali, Fondazione di Sardegna.

About Simona Tessitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.