Home / Articoli / Incontri e workshop / Calici DiVini, a Luogosanto vince la qualità
Unica Radio App

Calici DiVini, a Luogosanto vince la qualità

Durante la manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, il Comune gallurese ha ricevuto la bandiera “Città del Vino”

Grande successo di pubblico per la quinta edizione dell’evento Calici DiVini organizzata a Luogosanto dalla Pro Loco, col patrocinio del Comune e la collaborazione del Comitato Fidali 75: la manifestazione si è svolta la sera di venerdì 2 agosto e ha consentito alle tante persone che si sono affollate nelle strade del borgo medievale di scoprire alcune delle migliori produzioni enogastronomiche della Gallura. Le degustazioni dei vermentini galluresi sono state accompagnate dai cibi e dai piatti tipici della zona: gli organizzatori hanno lavorato per garantire uno standard qualitativo dei prodotti molto alto, cosi come impone la tradizione di questo evento.

Le Cantine galluresi che hanno partecipato a “Calici DiVini” sono state Siddùra, Ohes e Balares di Luogosanto, Surrau di Arzachena, Tondini di Calangianus e La Neula di Telti, oltre all’ospite speciale, ossia la Cantina Berritta di Dorgali, che ha presentato il suo vino bianco Panzale. “La valorizzazione in chiave turistica delle aree interne della Sardegna passa necessariamente tramite la promozione delle eccellenze enogastronomiche, e Luogosanto può vantarne alcune di altissimo profilo – dichiara il sindaco Agostino Pirredda – noi crediamo fortemente in Calici DiVini e ci auguriamo che la manifestazione possa continuare anche in futuro”. Molti turisti tra gli stand esposti venerdì sera: sia sardi, sia nazionali, ma anche provenienti da paesi esteri.

“L’amministrazione comunale continuerà a lavorare per potenziare gli attrattori turistici di Luogosanto: quelli naturalistici, religiosi, culturali, archeologici ed enogastronomici – sottolinea Pirredda – devo ringraziare la Pro Loco, il Comitato Fidali 75, l’ufficio turistico, il parroco don Francesco Cossu e tutte le persone coinvolte in Calici DiVini”.

Angelo Cuccu, presidente della Pro Loco Luogosanto, afferma: “Siamo sicuramente soddisfatti della buona riuscita della manifestazione. Calici DiVini è nata con noi, ed è cresciuta grazie alla sinergia di una intera comunità, cercando sempre di caratterizzarla per la qualità dei prodotti esposti. È questa la peculiarità che ci differenzia da altre iniziative simili. I vini sono i grandi protagonisti dell’enogastronomia di Luogosanto e della Gallura, pertanto ringrazio tutte le cantine che hanno partecipato all’evento: senza di loro, non sarebbe stato possibile realizzarlo. Ringrazio anche i soci della Pro Loco, i Fidali, il Comune e le forze dell’ordine”.

Un evento nell’evento è stata la consegna della bandiera di Città del Vino: una cerimonia che suggella ufficialmente l’ingresso del Comune di Luogosanto nella grande associazione nazionale che unisce le aree enologiche più prestigiose d’Italia. Il sindaco Pirredda spiega: “Per la nostra comunità si tratta di una opportunità notevole, l’associazione Città del Vino garantisce visibilità e operazioni di marketing territoriale molto efficaci. Ci aspettiamo sicuramente un ritorno d’immagine e non solo, sia per il Comune ma soprattutto per le attività produttive che lavorano qui a Luogosanto”. Calici DiVini ha rappresentato l’esordio di Luogosanto in qualità di Comune appartenente a Città del Vino. La bandiera è stata consegnata dal coordinatore dell’associazione in Sardegna, Giovanni Antonio Secchi. Gli eventi a Luogosanto proseguono oggi con “Lu paliu di la stella”, una spettacolare gara equestre organizzata dall’associazione “Lu Juali”.

Francesco Renga Tour 2019

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Una laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. È da sempre affascinato dal mondo dei mass media e dell'informazione. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

Cala il sipario sulla IV edizione del festival San Teodoro Jazz

Stasera ultimo appuntamento con il trio del sassofonista Elias Lapia ai Giardini di Cala Brandinchie la …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: