Alexa Unica Radio
Rinascita grazie alla Caritas dopo una vita in strada

Rinascita grazie alla Caritas dopo una vita in strada

LE TRE VITE VISSUTE DA UNA DONNA

Mamma gioia, che mette al mondo la figlia. Madre dolore, costretta, a causa di una serie di problemi che la portano a condurre un’esistenza in strada da senzatetto, a stare lontano dalla persona che ama di più. Mamma rinascita che ora, anche grazie alla Caritas, è più stabile, tranquilla. E può di nuovamente ricominciare : “Sono riuscita a realizzare un sogno che in partenza credevo fosse estremamente difficile: riprendere le relazioni con mia figlia”. Tre madri in una sola. Ma è sempre lei, una 51enne, ospite di una struttura di accoglienza di Cagliari.

La storia di questa madre di cinquantuno anni

È una delle storie raccolte dall’analisi fatta dalla Caritas diocesana, “La carità via della pace”. Uno studio sulla povertà nel Campidano tradotta non solo in numeri (sono stati più o meno mille in più le persone che hanno domandato aiuto alla Caritas rispetto all’anno scorso), ma anche in racconti . Come la storia di questa donna di 51enne “Ho avuto dei importanti problematiche relative alla mia salute e alla mia famiglia – si legge nel capitolo del dossier che apre la sezione delle testimonianze – e mi sono trovata in strada”. Una vita da senzatetto :”Rammento ancora tutte le offese e le mortificazioni fatte dalle persone: mi guardavano come una senzatetto, avevo smarrito la mia rispettabilità di essere umano”. Poi l’ aiuto della Caritas: “Dopo vari situazioni , per merito alla Caritas, ho ottenuto un letto e cibo caldo. Quasi di nuovo a casa: seguita da medici per quanto riguarda la parte medica e da una psicologa della Caritas. “Ho imparato a gestire le mie emozioni e a mettermi degli obiettivi”. Piccole cose ,ma sempre avanti. E la figlia di nuovo da abbracciare: “Con lei mi vedo molto spesso , ritrovando il suo affetto e il mia funzione di madre”. C’è un nuovo proposito: “Adesso sto meglio, sto pianificando in maniera concreta il mio domani per esempio attraverso l’inserimento abitativo in autonomia grazie ai servizi sociali del Comune di Cagliari”.

I numeri della Caritas tra ottobre 2021 e lo scorso settembre

Oltre 5200 persone si sono rivolte alla Caritas per chiedere aiuto. La maggior parte di queste persone è costituito da donne il cui numero è cresciuto dal 47,3 al 51,3%. La mensa ha offerto circa 90.000 pasti da ottobre 2021 allo scorso settembre con una media giornaliera di poco inferiore a 250 al giorno. Gli abitanti del Belpaese sono in larga maggioranza il 68,5%, ma si registra un ragguardevole aumento degli ucraini, arrivati al 9,3% (erano lo 0,8% l’anno precedente). Aumenta il numero dei divorziati, cresciuti dal 6,4 a 7,7%. La maggior parte di queste persone sono proprietari di casa abitazione, 87,8 %,mentre i senzatetto sono il 12,2%. Per ciò che concerne il livello di istruzione è decisamente aumentato il numero dei laureati passati da 3,2 al 6,8%. Inoltre cresciuta in maniera importante il numero di donne istruite che hanno bisogno dell’aiuto della Caritas
   Ci si rivolge alla Caritas prima di tutto per ragioni economiche sia perché i soldi percepiti non sono sufficienti sia perché si è disoccupati o comunque se non si dispone di alcun reddito. L’ascolto continua a essere la richiesta importante a cui fa seguito la richiesta di beni e servizi ( 26%). Seguono situazioni legati al lavoro e alla casa

La dichiarazione del direttore della Caritas diocesana

“Uno studio-afferma il direttore della Caritas diocesana mons. Marco Lai – anche di denuncia che propone suggerimenti e può essere proficuo per gli organi dello Stato per reperire soluzioni”.

La storia di Yana arrivata in Italia dall’Ucraina

“Sono arrivata qui con mia figlia di 5 anni senza nulla – questo il racconto raccolto nel libro della Caritas – con un bagaglio praticamente vuoto e, quando potrò tornerò nel mio paese con un bagaglio colmo principalmente di sensazioni positive e gratitudine per l’aiuto che si è avuto non solo in ambito materiale, ma anche in ambito immateriale a cominciare dal lato umano ma anche morale spirituale di speranza e fiducia nel domani “.

About Giorgio Saitz

Appassionato di calcio a livello enciclopedico con la passione per l'economia e la giurisprudenza

Controlla anche

Spiagge di Arzachena

G20 delle spiagge 2023 ad Arzachena dal 3 al 5 maggio

Get Widget È in corso ad Arzachena la visita della delegazione del G20, la rete …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *