Alexa Unica Radio
jazz
jazz

La Marmilla in gara per ospitare un evento nazionale fra jazz e innovazione

L’Unione di Comuni “Marmilla” è fra i diciotto enti territoriali selezionati in tutta Italia per ospitare il Fe­sti­val Jaz­z’Inn 2022.

La candidatura dell’Unione in pochi giorni ha raccolto quasi 2600 voti nella votazione su facebook, raggiungendo il quinto posto fra le 59 candidature in lizza. Ora l’Unione “Marmilla” è pronta per la seconda fase della selezione a mettere in luce ancora meglio le sue risorse e i suoi tesori. A competere con l’Unione ci saranno altri 17 enti in tutto il territorio nazionale, scelti da un team di esperti.

L’i­ni­zia­ti­va viene pro­mos­sa dal­la Fon­da­zio­ne Am­pio­rag­gio e spe­ri­men­ta­ta già nel 2017. In oc­ca­sio­ne del Jazz Fe­sti­val Sot­to le Stel­le di Pie­trel­ci­na (Bn), aveva creato una con­ta­mi­na­zio­ne tra jazz e in­no­va­zio­ne. La rassegna propone un modello di turismo lento, alla scoperta graduale ma vissuta di un territorio. Ci sarà tanta musica, ma anche tanti incontri. Tavoli di lavoro, che coinvolgeranno le forze vive di ogni comunità locale e dove ci si confronterà anche sui nuovi fondi e opportunità messe a disposizione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Insomma una vera contaminazione fra un evento jazz e l’innovazione, che durerà diversi giorni, un cammino “lento”  e condiviso, nel quale si incontreranno innovatori e mercato pubblico e privato, appunto, dalle amministrazioni pubbliche alle imprese.

Il territorio

“Abbiamo raccolto questa sfida e  siamo pronti a giocarci tutte le nostre carte per arrivare alla fase finale della selezione”, ha detto il presidente dell’Unione Marco Pisanu, “la nostra Marmilla è bellissima e siamo certi sia il territorio ideale per ospitare Jazz’Inn 2022, perché noi siamo la terra del turismo culturale, interessato e del turismo lento. Archeologia, natura, ambiente incontaminato, castelli, nuraghi, cavallini selvatici, borghi deliziosi, sapori e saperi che si tramandano da generazioni. Tutto questo unito alla capacità di fare rete e alla consapevolezza condivisa di vivere in un piccolo paradiso, all’interno della Sardegna”. Il presidente ha concluso: “La nostra Unione inoltre è molto soddisfatta di come il territorio ha raccolto anche la prima sfida della votazione su facebook dei 59 progetti. Abbiamo assistito a una mobilitazione generale, dai sindaci a tanti privati cittadini. E’ questa la strada giusta per valorizzare la nostra Marmilla”.

About Giacomo James Federico Marongiu

Sono laureato in Scienze della Comunicazione. Suono il pianoforte dall'età di 6 anni e adoro la musica e il cinema.

Controlla anche

Le mostre a Villa Verde per gli anniversari del 25 e del 27 aprile

Get Widget Tre anniversari da festeggiare in due giornate nel cuore della Marmilla e ai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.