Unica Radio App
paolo sorrentino

Paolo Sorrentino compie 50 anni, dall’Oscar alla tv

Tra sogno e malinconia, ironia e cinismo, surreale e spietato realismo: uno dei più grandi registi italiani e internazionali contemporanei.

Arenella Paolo Sorrentino nasce a Napoli il 31 maggio 1970. Il famosissimo regista festeggia i suoi 50 anni ripercorrendo la sua carriera e continuando con la realizzazione di nuovi progetti.

Cinquant’anni sono una data che segna: ti guardi indietro e rivedi il film di una carriera da record; guardi avanti e scopri che tutto è ancora da scrivere.

Quello che in tanti non sanno è che, come molti artisti, Sorrentino ha un passato marcato da un trauma profondo. A 16 anni perde i genitori vittime di una fuga di gas. Al padre lo lega, tra tante altre cose, una passione viscerale per Maradona e la squadra della sua città. Ma, strano a dirsi, sarà lontano da Napoli che troverà la sua anima internazionale, mentre il lungometraggio d’esordio (“L’uomo in più“, 2001) è profondamente intriso dello spirito autoctono e il successivo “Le conseguenze dell’amore” (forse il suo film più riuscito) accompagna un oscuro travet del crimine di camorra sulla via di un singolare esilio, verso la Svizzera.

In genere i suoi personaggi sono abitati da un segreta schizofrenia che li porta allo sdoppiamento della personalità e guida le loro azioni.
Per Sorrentino il film è anche il terreno d’incubazione della sua visione del disfacimento contemporaneo, quello stesso che proporrà, con espliciti rimandi alla “Dolce vita” di Fellini, nel film della celebrazione, “La grande bellezza” (2013).

Schivo, poco social, capace di impegnarsi per le cause in cui crede , ama profondamente i suoi interpreti: “I grandi attori sono come i buoni registi: straordinari osservatori della realtà”. Nella vita privata è sposato con Daniela D’antonio e ha due figli: Anna e Carlo.
In questi giorni è stato testimone della Roma deserta della pandemia con le sue foto da reporter e artista. Si è reso protagonista di una singolare performance in streaming con la Triennale di Milano. Ha firmato da direttore artistico il numero tematico di una rivista glamour e prepara il suo prossimo film in inglese, “Mob Girl” .

Ripercorriamo brevemente la sua carriera

Nel 2001 il suo primo lungometraggio, “L’uomo in più” interpretato da Toni Servillo. Il sodalizio con l’attore prosegue con il successivo “Le conseguenze dell’amore” (2004).
Gira “L’amico di famiglia” (2006) al quale segue film “Il divo“, ispirato alla figura di Giulio Andreotti.
Successivamente firma il suo primo film in lingua inglese, “This Must Be the Place“, con Sean Penn protagonista.
Il 2 marzo 2014La grande bellezza” con Toni Servillo si aggiudica l’Oscar al miglior film straniero.
“Grazie all’Academy, a tutti gli attori, i produttori e
alle mie fonti di ispirazione: Federico Fellini, Martin Scorsese,
i Talking Heads e Maradona”, dirà il regista ricevendo la
statuetta.
Il 20 maggio 2015 esce il suo nuovo film “Youth – La giovinezza, secondo in lingua inglese, mentre nel 2016 scrive e dirige la sua prima serie tv prodotta da Sky, Canal+ e HBO, “The Young Pope“, con Jude Law, che viene rinnovata per una seconda stagione, dal titolo “The New Pope”.
Il 24 aprile 2018 esce il suo nuovo film “Loro“, ispirato alla figura di Silvio Berlusconi e interpretato da Toni Servillo.

Rassegna Significante

About Naika

Naika
Studio beni culturali e spettacolo, nata e cresciuta in Sardegna ma attualmente abito a Roma. Le mie più grandi passioni sono la recitazione, la musica e gli animali. Mi piace tanto viaggiare, vedere e imparare cose nuove.

Controlla anche

Carbonia Film Festival: edizione 2020, online e in presenza

Carbonia Film Festival: edizione 2020, online e in presenza

Inaugura martedì 6 ottobre, la nuova edizione del Carbonia Film Festival. Edizione ibrida, online e …