Home / Articoli / Arte e mostre / Gianni Casagrande, Le cose devono cambiare
Unica Radio App

Gianni Casagrande, Le cose devono cambiare

Il mondo secondo Gianni Casagrande nella sua prima mostra a Cagliari

Ho incontrato Gianni Casagrande per la prima volta a casa di una amica con la quale condivido la passione per l’arte. Quel giorno, mentre guardavo i quadri nelle pareti dell’appartamento, scorgendo il suo lavoro, di getto ho pensato: La mia amica ha commissionato un ritratto di famiglia. In breve tempo mi sono ritrovata a pormi una serie di domande: chi c’è raffigurato, in quale luogo si trovano, a quale età, in che stagione, per quale occasione?

Nello stesso tempo in cui formulavo queste congetture ho realizzato che ero davanti al ritratto di tutti e di nessuno, e che portava celato dentro tutti i segreti, le aspirazioni, debolezze, gioie e paure dell’umano vivere.

A quel primo incontro ne sono succeduti altri suscintandomi ogni volta sentimenti ambivalenti: pensi all’amore ma leggi l’abbandono, vedi l’amicizia ma il tradimento si sta palesando, l’affetto lascia intravedere futuri segni di crudeltà, il coraggio nasconde viltà.

La pittura di Casagrande rende spettatore e demiurgo: all’immagine originale presto se ne sovrapongono altre, la fantasia ha il sopravento sullo sguardo lasciando che i ricordi si mischino a racconti nell’illusione di controllare i propri demoni con ideali e pensieri condivisibili ed universali.

Segno che la pittura “figurativa” è decisamente più astratta di quanto si pensi. In copertina: all green lights, acrilico su tela, cm 18×24 cadauno, 2011 Gianni Casagrande è nato a Nuoro nel 1963, dove vive e lavora.

Autodidatta, disegna da quando aveva due anni. Nel 1999, la progettazione della stesura di un film basato su una propria sceneggiatura diventa l’occasione per la sua prima mostra presentata a Nuoro nel 2004 col titolo “Seguite la guerra su questa mappa del mondo in proiezione Mercatore”. Da allora non ha più smesso di disegnare dedicandosi esclusivamente alla pittura.

Listen Unica Radio on Spotify

About Marco Meli

Marco Meli
Un giovane imprenditore laureato in economia e management. Appassionato di sport (work out) ed arte contemporanea. Per via della mia scelta lavorativa passo gran parte del tempo nel locale che da poco ho aperto in centro a Cagliari, frutto di tanto impegno e grande passione per il mestiere. Nel frattempo sono riuscito ad ottenere l'attestato di Sommelier per soddisfazione strettamente personale. Avendo un socio in azienda in sede distaccata, approfitto periodicamente per viaggiare nel nord Italia, precisamente a Como dove abbiamo un attività di abbigliamento in condivisione.

Controlla anche

Arte per il sociale: evento di beneficenza al Lazzaretto di Cagliari

L’associazione “Cultura e solidarietà Giuseppe Mazzini” organizza un evento di beneficenza legato all’arte presso il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.