Alexa Unica Radio
laureati, tirocinio

Precariato dei giovani laureati: LeU presenta interrogazione

 

I Consiglieri regionali del Gruppo Liberi e Uguali hanno presentato una interrogazione sul precariato dei giovani laureati in materie giuridiche ed economiche 

Nel dicembre del 2018 la Regione Autonoma della Sardegna e la Corte d’Appello di Cagliari hanno siglato un accordo per l’attivazione di tirocini. L’accordo prevedeva la realizzazione di trenta ore settimanali per sei mesi da rinnovare per altri sei mesi. I tirocini erano destinati a 103 giovani laureati sardi per la formazione nell’ambito amministrativo e gestionale dell’attività giudiziaria. Secondo l’accordo, i tirocini erano da svolgere presso gli uffici di Cagliari, Sassari, Nuoro, Oristano e Tempio Pausania.

Il capogruppo, Daniele Cocco, aggiunge che i tirocinanti hanno dimostrato grande professionalità e hanno garantito la massima qualità del servizio. Inoltre, i tirocinanti, assicuravano la continuità delle prestazioni in ambito amministrativo e gestionale nonostante la situazione di incertezza lavorativa.

I tirocinanti svolgevano mansioni di alta formazione giuridica ed economica operando in piena autonomia. E bisogna riconoscere che fornivano un concreto supporto agli uffici giudiziari.

La richiesta

Concludendo, Daniele Cocco, ritiene che il tirocinio rappresenti un’esperienza pratica sul campo che consente il contatto diretto dei giovani laureati con le Pubbliche Amministrazioni. Tutto ciò determina una valida opportunità per le stesse Amministrazioni di acquisire competenze specifiche già formate e specializzate presso i propri uffici. Per di più è importante offrire concrete possibilità di lavoro a qualificati giovani laureati sardi. Bisogna evitare che dopo aver svolto il tirocinio formativo, non vedendo riconosciute le proprie aspettative professionali sono costretti ad esercitare nelle diverse forme di lavoro flessibile o non regolare, ovvero, ad emigrare.

I Consiglieri regionali chiedono al Presidente della Regione e agli Assessori del Lavoro e degli Affari Generali e del Personale di attivare tutte le procedure necessarie al fine di garantire il riconoscimento della formazione e del titolo professionale acquisito durante il tirocinio. Inoltre si richiede di attivare procedure concorsuali straordinarie, per le specifiche competenze, al fine di consentire l’inserimento lavorativo presso la Regione Autonoma della Sardegna dei tirocinanti che hanno prestato servizio per almeno dodici mesi presso gli uffici giudiziari della Sardegna.

About Elena Mameli

Mi chiamo Elena, sono una ragazza di 22 anni e vivo a Sardara. Frequento l'indirizzo storico artistico della facoltà di beni culturali e spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *