Unica Radio App
May Mask

May Mask incontri d’arte

May mask presenta il programma di questa settimana

martedì 14 gennaio illustrazioni e musica

May mask porta al termine la mostra in omaggio a Giaime Loi attraverso i suoi fumetti, illustrazioni, animazioni, musica, esperimenti video.
La mostra sarà visitabile la mattina dalle 10.00 alle 13.00 e di sera dalle 17.30 fino alla chiusura.

Illustratore, musicista e spirito libero. Ottiene i primi riconoscimenti nel 2010 con l’illustrazione “Animali che somigliano a persone” e con la graphic novel “Siamo uomini o ratti”. Partecipa a numerose esposizioni e disegna tavole di auto finanziamento per eventi e concerti. Disegna la copertina del libro di Alessio Matzuzzi “Siempre que” e le illustrazioni del videoclip del musicista Dainocova. Il suo primo libro “Barb” esce nel luglio del 2012 pubblicato dalle edizioni Perropanda. Lo stesso anno si trasferisce a Barcellona, collaborando con le fanzine El calamar, Las Tres Plumas, Nervo international e United dead artists.

May mask porta un viaggio nelle canzoni dei film di nanni moretti

“Di mestiere faccio il cantautore ma mi sono cimentato con il mio fraterno chitarrista Marco Vismara, in questo nuovo progetto che concilia il nostro amore per il racconto e per le canzoni. Soprattutto per farvi ricredere su quello snob di Moretti…”.

May mask porta uno spettacolo in cui Passante & Vismara raccontano la filmografia di Nanni Moretti partendo proprio dalle canzoni e dalla loro personale idea che si cela dietro ogni singola scelta del regista.
Ve lo ricordate il professore di Storia che in BIANCA raccontava delle tensioni degli anni 60 partendo dal racconto de IL CIELO IN UNA STANZA? Ecco, lo spettacolo è quell’enorme jukebox che contestualizza la storia partendo dalla musica.Da Gino Paoli a Brian Eno, Lauzi, Cohen, Adamo, gag dal vivo che riproducono le sue scene più famose, aneddoti e curiosità, caschi e cuffiette da pallanuotisti, ci sono estratti audio dei suoi film e in qualche modo una nostra personale analisi sui vari stili mutati in più di 40 anni di carriera.

Palau palau- cartolina dolceamara

May mask ospiterà dai racconti d’infanzia di un bambino, si ripercorre la trasformazione di un luogo, un paesino agropastorale del nord Sardegna che dagli anni Sessanta in poi si trasforma in località turistica da cartolina. Dalle parole del protagonista prendono vita i personaggi, sospesi in uno spazio fisico e immaginario, a tratti reale a tratti fantastico. Si materializzano le voci e le frasi nella lingua del luogo, il gallurese, e il racconto diventa immagine e movimento. L’idea sonora si muove tra la memoria e la trasformazione, incombe sulla spensieratezza del racconto creando continue fratture tra due mondi che si scontrano. E’ un periodo di passaggio per il nord Sardegna. Il turismo sta facendo prepotentemente il suo ingresso e il rione Stazione di Palau, agli occhi del bambino, diventa simbolo di questo passaggio diventando una Costa Smeralda in miniatura. Una cartolina dolce amara che racconta di un luogo, di una zona che in pochi anni è passata dalla strada bianca all’asfalto, trasformando un luogo e la vita di chi lo abitava.
“Noi guardiamo loro, loro guardano noi. Sappiamo gli uni degli altri ma non di noi stessi, non abbiamo la visione della nostra trasformazione. Cambiamo profilo e colore e a volte scompariamo. O scompare una parte di noi una duna, uno stagno, noi stessi.”

Rassegna Significante

About Elia Murgia

Elia Murgia
studente di beni culturali e spettacolo

Controlla anche

pittura

5° Concorso di pittura degli Artisti de “La Ruota della Fortuna”

L’ Associazione culturale La Ruota della fortuna è lieta di presentare il “5° Concorso di …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: