Unica Radio App
pino musi sottotraccia

Pino Musi, Sottotraccia, a Cagliari

Pino Musi, Sottotraccia, mostra a cura di Marco Delogu, dal 20 dicembre 2019 al 31 marzo promossa dalla Fondazione di Sardegna

La  mostra Sottotraccia si inserisce nell’ambito del progetto AR/S – ARTE CONDIVISA IN SARDEGNA, con la collaborazione dell’Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna.

Al centro del nuovo progetto di AR/S – Arte Condivisa in Sardegna, la piattaforma progettuale della Fondazione di Sardegna che alla promozione di mostre dedicate alla storia dell’arte sarda alterna sempre con più frequenza interventi dedicati al presente, c’è il viaggio del fotografo Pino Musi alla scoperta del Sulcis / Iglesiente: un itinerario spesso impervio, articolato in numerose tappe e preceduto da una sosta all’Asinara.

Inaugurazione venerdì 20 dicembre alle ore 19, alla Fondazione di Sardegna – via San Salvatore da Horta 2, Cagliari.

La mostra sarà visitabile gratuitamente tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 19, fino al 31 marzo 2020. (ingresso libero).

Pino Musi è un fotografo e insegnante con base a Parigi.
Pino ha iniziato la sua pratica all’età di 14 anni apprendendo, da autodidatta, la tecnica del bianco e nero.

Il fascino per la camera oscura e la costante frequentazione del teatro d’avanguardia, almeno fino alla fine degli anni ottanta, hanno segnato la sua sperimentazione sia sul piano linguistico che su quello concettuale.

Altrettanto cruciali sono stati gli incontri con il regista Jerzy Grotowski e l’architetto svizzero Mario Botta, con cui ha collaborato a stretto contatto per anni. Il lavoro di Musi ha intersecato molteplici aree d’interesse come l’antropologia, l’architettura, l’archeologia o, ancora, l’industria.

La sua attuale ricerca sulla forma fa parte di un progetto coerente e trova il miglior mezzo espressivo attraverso l’arte del bookmaking, in particolare nella creazione di libri d’artista, per i quali è stato acclamato a livello internazionale in varie occasioni. Sono stati pubblicati finora più di venticinque libri con sue opere, tra cui, recentemente, Border Soundscapes (Artphilein Editions, 2019). Dal 2011 al 2017 ha insegnato presso il Master di Alta Formazione sull’Immagine Contemporanea della Fondazione Fotografia di Modena.

Nel 2012 il Museo dell’Ara Pacis di Roma ha ospitato la mostra Rivelazioni della Forma. Le origini dell’Italia nelle fotografie di Pino Musi. Nel 2013, il suo libro d’artista _08:08 Operating Theatre, è stato incluso nella selezione finale di varie liste internazionali per i migliori libri fotografici. Le opere fotografiche di Pino Musi sono presenti in collezioni private e pubbliche, tra cui la Fondazione Rolla, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, la Fondazione Fotografia di Modena , il FRAC (Fonds régional d’art contemporain) Bretagne.

Rassegna Significante

About Giannalisa Giorri

Giannalisa Giorri
Nata e vissuta a Cagliari, laureata in Giurisprudenza e attualmente studentessa del 3 anno del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione a Cagliari. Amante dello sport, della natura e degli animali. Appassionata di cinema e di fotografia.

Controlla anche

schilardi romanzi

Lascia fare al destino, il nuovo romanzo di Vittorio Schiraldi

Appuntamenti cagliaritani per il noto autore televisivo Vittorio Schiraldi, autore dell’avvincente romanzo “Lascia fare al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *