Home / Podcast audio / Cult Fiction puntata 2.22 – 19 novembre 2019
Unica Radio App

Cult Fiction puntata 2.22 – 19 novembre 2019

Sono Solo FantasmiCome scrivere una Grande Storia e Fantasmi a Roma gli argomenti della ventiduesima puntata

Tore Seduto, timoniere della rubrica di approfondimento cinematografico, Cult Fiction, giunto alla ventiduesima puntata, ha portato avanti il programma meglio del 3D, dalle 20 alle 21 su Unica Radio. La rubrica vede il prezioso contributo di Diari di Cineclub, tuttavia, in questa puntata ci siamo concessi una licenza e abbiamo fatto visita al teatro Intrepidi Monelli di Cagliari per seguire una lezione della Masterclass di Sceneggiatura di Francesco Trento, al quale abbiamo strappato una breve intervista. L’oggetto della recensione in apertura di puntata è la nuova pellicola da regista e protagonista di Christian De Sica Sono Solo Fantasmi, che vede tra gli interpreti anche Carlo Buccirosso e Gianmarco Tognazzi. Per stare in tema fantasmi e spettri all’italiana, abbiamo scelto di concludere la puntata con un’opera di Antonio Pietrangeli: Fantasmi a Roma. Opera del 1961 che ha per protagonista Marcello Mastroianni, Sandra Milo, Eduardo de Filippo e Alessandro Gassman, solo tra i nomi più importanti di questa opera corale. Denise, ghiotta di pop corn, si è lanciata sull’insalatiera colma di chicchi di mais esplosivi, prendendosi un’amara delusione perché la ciotola era solamente disegnata abilmente su un fondale, opera di un’esperto scenografo.

Ospite della puntata

Per la ventiduesima puntata, l’ospite di Cult Fiction è uno scrittore e sceneggiatore, si tratta di Francesco Trento. Autore de La guerra non era finita pubblicato con Laterza nel 2014 e di Venti sigarette a Nassirya, realizzato a quattro mani con Aureliano Amadei, edito da Einaudi nel 2005, e di cui ha scritto anche la sceneggiatura per il cinema reintitolandolo 20 sigarette, con il quale si è aggiudicato il premio come miglior film al Festival di Venezia nel 2010, nella sezione Controcampo. Trento è autore anche di documentari, come Matti per il calcioStessa spiaggia, stesso mare, Crazy for football e la docufiction Brothers in Army con Francesco Trento abbiamo chiacchierato riguardo la realizzazione di una storia, degli incoraggiamenti alla stesura, della figura del mentore e di quanto sia importante la costanza nell’esercizio quotidiano alla scrittura senza avere paura del foglio bianco.

20 Sigarette – Trailer

La recensione: Sono Solo Fantasmi

La recensione della ventiduesima puntata di Cult Fiction è dedicata a Sono Solo Fantasmi: un Ghostbusters che non ce l’ha fatta. Pazienza. E peccato. Christian De Sica, con il figlio Brando, partner in crime alla regia tecnica e Guaglianone e Menotti alla sceneggiatura sono a un passo cortissimo dall’aver realizzato un bel filmone di fantascienza, all’italiana. Buona la raccolta dei luoghi della superstizione e della scaramanzia tutta tipica italiana, tuttavia il risultato finale ha il suono di una tipica imprecazione alla De Sica. Decisamente un’ottima scelta, invece, quella di assegnare il ruolo dell'”antagonista” al fantasma Vittorio, evidentemente De Sica, anche lui. In tutti i sensi. Questo è il dettaglio che ha animato i fan, entusiasti dell’omaggio del padre al figlio, da Christian a Vittorio. Perché però la pellicola non taglia il traguardo del vero successo? Perché nonostante le migliori intenzioni tutto l’insieme non si prende troppo sul serio, influendo decisamente sul risultato finale, più vicino a una commedia spensierata e blanda che a una fantascientifica commedia, proprio come Ghostbusters, di cui ne resterà comunque sempre e solo uno. Giustamente.

Sono solo fantasmi – una scena del film

Pop Corn

Durante la ventiduesima puntata, Denise, come detto prima, è rimasta ingannata dalla ciotolona di pop corn, disegnata abilmente da uno scenografo davvero abile. Risultato del troll è stata una dose di nozioni sul mestiere dello sceneggiatore. Ricordiamo alla popolazione che i nostri pop corn sono monouso e confezionati singolarmente.

Racconto sonoro: Fantasmi a Roma

Cinque fantasmi del passato, tutti appartenenti a stirpe nobiliare, vivono insieme all’ultimo loro discendente, in un’antica villa principesca. Alla morte di quest’ultimo, i cinque fantasmi difendono la casa ormai disabitata dalla speculazione edilizia con l’aiuto di un fantasma pittore. Questa di Antonio Pietrangeli è una pellicola tutta da scoprire. Per la ventiduesima puntata abbiamo scelto una commedia fantascientifica tutta italiana direttamente dal 1961, durante un’epoca nella quale il genere era quasi totalmente inespresso nel Bel Paese, che usciva dal neorealismo, dedicandosi principalmente alla commedia, ai kolossal e ai western di contaminazione internazionale. Fantasmi a Roma è un film che ancora oggi può insegnare tanto, in termini di originalità e meccanismi narrativi. Una favola surreale ed elegante che rivisita la figura del fantasma assegnandogli un ruolo nelle vite di tutti i giorni tra i viventi, senza fare ricorso a superstizione e scaramanzia, il tutto in una Roma ormai quasi del tutto scomparsa. Tra gli interpreti, nomi del calibro di Marcello Mastroianni, Alessandro Gassman, Sandra Milo e il Maestro Eduardo De Filippo.

L’appuntamento con Cult Fiction è settimanale: martedì h 20:00 su Unica Radio. Tramite l’App di Unica Radio è possibile seguire il format su smartphone e i-Phone. Attraverso i social è possibile restare aggiornati sulle novità di Unica Radio e di Cult Fiction.

Cult Fiction puntata 2.22 – 19 novembre 2019
Cult Fiction

 
 
00:00 / 52:41
 
1X
 
Francesco Renga Tour 2019

About Tore Seduto

Tore Seduto
Classe 1989. Appassionato cinefilo a 360°, degustatore di birre e di pizze. Amante dei bei film, ma anche di quelli brutti, davvero brutti. Si è cimentato come regista in lavori discutibile fattura. Irriducibile cacciatore di interviste agli addetti ai lavori della settima arte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: