Home / Articoli / Università e Ricerca / Prende avvio il progetto Kent’Erbas: latte, formaggi e carni di qualità
Unica Radio App

Prende avvio il progetto Kent’Erbas: latte, formaggi e carni di qualità

Kent’Erbas il progetto guidato dall’università di Cagliari. La strategia di sviluppo del territorio del Marghine passa attraverso la valorizzazione della qualità delle produzioni zootecniche (latte, formaggi e carni) ottenute da animali alimentati prevalentemente al pascolo naturale. 

L’attuazione della strategia del GAL Marghine prende avvio con il bando “Cercare i parametri di qualità dei prodotti
zootecnici” ottenuti da animali alimentati prevalentemente al pascolo naturale del Piano di Azione del GAL Marghine
2014/2020 per ottenere latte, formaggi e carni di qualità.

Nasce così l’aggregazione Kent’Erbas guidata dall’Università degli studi di Cagliari – Dipartimento di Scienze
Biomediche, con la partecipazione dell’Agenzia AGRIS e di ben 27 aziende pastorali del Marghine che allevano ovini da
latte e bovini da latte e da carne nei comuni di Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Lei, Macomer, Noragugume,
Silanus e Sindia.


Le attività del progetto di ricerca Kent’Erbas, che beneficiano di un contributo del GAL pari a circa 150.000€, si realizzeranno in un triennio (dal I° semestre 2019 al I° semestre 2022), e vedono come responsabile scientifico il Professor Sebastiano Banni dell’Università degli Studi di Cagliari – Dipartimento di Scienze Biomediche.
Le attività in sintesi si strutturano come segue:
Animazione e informazione territoriale – finalizzato ad ampliare l’aggregazione e diffondere gli obiettivi e risultati attesi dal progetto (Febbraio – Marzo 2019) Redazione del progetto di ricerca (Primo quadrimestre del 2019)
Costituzione formale dell’aggregazione – costituzione dell’aggregazione che vede la partecipazione dell’Università degli
Studi di Cagliari, AGRIS e 27 aziende pastorali del Marghine (Aprile 2019)
Campionamenti e Analisi chimiche su latte/formaggi ovini, carni bovine, pascoli naturali e concentrati – Il progetto
prevede l’individuazione di aziende estensive e intensive su cui saranno effettuati due cicli di campionamento e analisi.

I campionamenti riguarderanno gli alimenti degli ovini e bovini (pascolo naturale e fieni per le aziende estensive del
Marghine, concentrati e mangimi per le aziende intensive), e i prodotti derivanti (latte/formaggi ovini e sanguebiopsie/carni bovine). Le analisi intendono ricercare i biomarcatori della qualità quali: profilo acidico, tocoferoli e caroteni, i composti volatili e i fenoli; sui campioni di latte/formaggio e carne saranno inoltre determinati le vitamine (A
ed E), il colesterolo e calcolati i più comuni indici nutrizionali (Es. il rapporto omega6/omega3 e il Grado di Protezione
antiossidante) (Due cicli, Anno 2019 e Anno 2020)
Test clinico effetti carne sulla salute dell’uomo – Durante il secondo anno si eseguirà un test clinico rivolto allo studio
dell’effetto che hanno i biomarcatori presenti nella carne sulla salute dell’uomo su 40 individui sani (età 25-60).

I campioni di carne che provengono da animali allevati al pascolo “GAL Marghine”, ed intensivo “industriale” verranno impiegati per lo studio clinico di intervento cross-over in doppio cieco, che si declina con la somministrazione a 20 individui per 4 settimane di 500g di carne “GAL Marghine” alla settimana, mentre agli altri 20 500g di carne “industriale”;
a questo seguiranno 2 mesi di wash out in cui si consiglierà la dieta abituale senza il consumo dei 2 tipi di carne, dopo il quale i 20 individui che avevano assunto la carne “GAL Marghine” assumeranno per 4 settimane quella “industriale” e gli altri 20 vice versa. Su tutti verranno quindi realizzate analisi dei parametri antropometrici, clinici e metabolici
plasmatici.

(Anno 2020)
Test clinico effetti latte/formaggio sulla salute dell’uomo – Durante il terzo anno si eseguirà un test clinico rivolto allo studio dell’effetto che hanno i biomarcatori presenti nel latte/formaggio sulla salute dell’uomo, con le medesime modalità previste per lo studio sulla carne: somministrazione a 20 individui per 4 settimane di 350g di pecorino “GAL
Marghine” alla settimana, mentre agli altri 20 350g di pecorino “industriale”; a questo seguiranno 2 mesi di wash out in
cui si consiglierà la dieta abituale senza il consumo dei 2 tipi di pecorino, dopo il quale i 20 individui che avevano assunto
il pecorino “GAL Marghine” assumeranno per 4 settimane quello “industriale” e gli altri 20 vice versa. Su tutti verranno
quindi realizzate analisi dei parametri antropometrici, clinici e metabolici plasmatici.

(Anno 2021)
Proposta di un modello – I valori analitici dei biomarcatori individuati negli alimenti verranno impiegati per lo sviluppo di algoritmi da implementare in relazione ad un effetto positivo nutrizionale /sensoriale sull’uomo dei formaggi e della carne (da 2021 a II° semestre 2022)
Azioni di trasferimento, presentazione e divulgazione dei risultati – sono previste diverse attività quali Laboratori e
degustazioni guidate, un Convegno finale di progetto sia di carattere scientifico che divulgativo per la diffusione dei
risultati alla popolazione e ai media e un Opuscolo di progetto (Dal II° semestre 2019 al I° semestre 2022)

Francesco Renga Tour 2019

About Ruggero Giordano

Ruggero Giordano
Nato nel 1989. Studente di medicina. Appassionato di musica classica ed elettronica.

Controlla anche

Tavolo latte. Coldiretti in mobilitazione.

Ormai sono tutti in mobilitazione, dura, determinata e ad oltranza fino al raggiungimento dell’obiettivo: aumentare …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: