Home / Articoli / Interviste / Gli Krzikopa al Premio Parodi: «La musica è la nostra vita»
Unica Radio App

Gli Krzikopa al Premio Parodi: «La musica è la nostra vita»

Il gruppo polacco Krzikopa si racconta ai microfoni di Unica Radio durante il Premio Andrea Parodi 2019

Abbiamo intervistato il gruppo polacco Krzikopa che dal 10 al 12 ottobre è stato uno dei dieci finalisti che ha partecipato alla XII edizione del Premio Andrea Parodi 2019, svoltosi presso l’Auditorium del Conservatorio di musica di Cagliari “Pierluigi da Palestrina”.

Ai nostri microfoni si racconta Katarzyna Dudziak, la cantante degli Krzikopa che è un gruppo ben collaudato formato da sei artisti che si incontrano per la prima volta nel 2012.

Quando Matt, il fondatore nonché compositore e fisarmonicista degli Krzikopa, decide di mettere su il gruppo, la musica silesiana è praticamente inesistente sulla scena folk polacca. Dopo varie peripezie e sperimentazioni, nel 2014 il gruppo Krzikopa inizia finalmente a esibirsi in grandi festival.

Il progetto folk-prog inizia a crescere nel momento in cui si uniscono al gruppo i cantanti Kata e Karo e il violinista Adam, nel 2015, mixando i canti della tradizione con suoni più etnici, senza però abbandonare il potere folk-elektro. Nel 2016, dopo l’arrivo nel gruppo dell’ultimo membro, il batterista Spacepierre, esce il loro primo lavoro: The Backwoods.

In gara col brano “Hasiorki” (in slesiano, lingua originaria del fondatore Matt) trasportano il pubblico con pose da rockers e ritmi incalzanti.

Inizialmente spazientiti dal doversi confrontare con un brano come quello di Andrea Parodi che gli è toccato in sorte, si sono animati di coraggio e buona volontà e hanno cercato di rendere al meglio sul palco, offrendo una versione senz’altro originale di “Ninneh”.

ASCOLTA L’INTERVISTA

Gli Krzikopa al Premio Parodi: «La musica è la nostra vita»

 
 
00:00 / 9:03
 
1X
 
Francesco Renga Tour 2019

About Giulia Sanna

Giulia Sanna
Nasce a Cagliari nell'ottobre del 1990. Consegue la maturità scientifica e si laurea in giurisprudenza. Da giurista pentita decide di cambiare le sue sorti e tenta di avvicinarsi al mondo della comunicazione, che da sempre la affascina e la appassiona. Le esperienze all'estero, a Parigi prima e a Londra poi, la aiutano a capire che la vita è veramente troppo breve per sprecarla a fare qualcosa che non dà stimoli e anzi demolisce la nostra curiosità e il nostro amore per la stessa. Un breve workshop di giornalismo a Roma, indetto da The Post Internazionale con la partecipazione di Limes, suggella per sempre questa sua convinzione e la condanna al precariato eterno. Amante della satira oltre ogni misura e della comicità dissacrante. Viaggia, legge, scrive, corre, mangia e ride. Mai contemporaneamente. Crede nel potere della musica terapeutica.

Controlla anche

Gli A.T.A. al Premio Parodi: «Un’occasione di confronto»

Gli A.T.A. si raccontano ai microfoni di Unica Radio durante il Premio Parodi 2019 Gli …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: