Home / Articoli / Arte e mostre / Mamatita Festival porta ad Alghero nuove e originali forme d’arte
Unica Radio App

Mamatita Festival porta ad Alghero nuove e originali forme d’arte

L’obiettivo è fare della città un grande teatro a cielo aperto, prestandosi come strumento di rigenerazione urbana e di riaggregazione della comunità in nome della creatività

Mamatita Festival invade le piazze, i giardini, gli spazi pubblici di Alghero. Il secondo fine settimana della kermesse allestita da Spazio T per la direzione artistica di Chiara Murru e dedicata all’arte di strada e al circo contemporaneo prosegue nella missione: fare della città un grande teatro a cielo aperto, prestandosi come strumento di rigenerazione urbana e di riaggregazione della comunità in nome della creatività e di ogni forma di espressione artistica.

Quest’anno si parte con la sperimentazione di arti nuove e originali, che diventano occasione di partecipazione e aggregazione attraverso i laboratori che hanno come epicentro l’ex caserma dei carabinieri, in via Simon, ma che si diffondono a macchia di leopardo tra il centro storico e altri quartieri. Grazie al supporto del Comune di Alghero, al finanziamento della Fondazione Alghero, al sostegno di Grimaldi Lines, Deltacoop, Il Tocco del prete, Buns, Shima e Amare e alla partnership di Società Umanitaria e Sardegna Teatro, Mamatita Festival prevede per i prossimi weekend laboratori e performance.

Sabato 14 settembre alle 16 il mercato civico ospita Mamatita Swing, ossia tre ore di laboratorio al costo di 20 euro che Cagliari Lindy Circus dedica a Lindy Hop e Solo Charleston. Cagliari Lindy Circus è una realtà che mettere in comunicazione con la scena italiana il giovanissimo movimento di appassionati sardi di Lindy Hop e Swing Dance attraverso occasioni di incontro con realtà affini, facendo della diffusione di queste discipline un veicolo di socializzazione e di scambio culturale.

Alle 21 si replica la serata Social Dance a ingresso libero. Domenica 15 settembre si torna al Distretto con Giulia Izza e Barbara Ruggiu per il laboratorio “Kamishibai – Storie di carta”, che costa 5 euro ed è dedicato a bambini dai cinque ai dieci anni. Si replica lunedì 16 settembre alle 16 nella biblioteca della Misericordia, in via Giovanni XXIII. Domenica 15 settembre alle 19 allo Teatrì di via Manzoni 85 ci sono le “Bambine Ribelli”, spettacolo teatro-musicale con Angela Colombino e Chiara Murru. I posti sono limitati, l’ingresso costa 5 euro. Venerdì 20 settembre alle 21 a Porta Terra c’è “Milonga Illegal”, in collaborazione con International Meeting Tango. La fase laboratoriale si chiude domenica 22 settembre alle 17 in largo Guillot, a Sant’Agostino, col laboratorio urbano di circo di Tricirco, la cui partecipazione è gratuita.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare il numero +393491389151.

Francesco Renga Tour 2019

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Una laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. È da sempre affascinato dal mondo dei mass media e dell'informazione. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

Mamatita festival: due appuntamenti fra cinema e teatro

Ad Alghero due serate ad alto impatto emotivo grazie alla collaborazione con Società umanitaria e …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: