Home / Articoli / Altro / Primi hotel sul Cammino di Santa Barbara
Unica Radio App

Primi hotel sul Cammino di Santa Barbara

Si chiamano posadas, sono piccoli e a basso costo e si trovano sul Cammino di Santa Barbara

Cammino di Santa Barbara nel sud Sardegna in versione Santiago di Compostela: anche nell’isola, sulle orme del celeberrimo percorso spagnolo, punti di sosta per dormire per chi si cimenta nelle lunghe passeggiate in mezzo a boschi, miniere e chiesette. Vicino all’oceano Atlantico ci sono hostal e albergue, in Sardegna ecco le “posadas”, piccoli alberghi a basso costo per pellegrini ed escursionisti. Una nascerà da un vecchio fabbricato in località Pitzinurri vicino alla miniera di Ingurtosu, una delle mete più belle del percorso sardo. Tutto a posto, anche formalmente: il comune di Arbus ha concesso lo stabile in comodato d’uso alla Fondazione Cammino minerario di Santa Barbara.

E non si perde tempo: con la firma del contratto, grazie alla disponibilità dei lavori del progetto parco Geominerario assegnati dalla Regione, si è dato immediato avvio agli interventi di adeguamento del vecchio fabbricato accanto a un laghetto artificiale. La posizione è ideale e ultra panoramica: da lì è possibile osservare fino al mare la bellezza delle dune di Piscinas. Con il rilancio della struttura sarà possibile ospitare i pellegrini-escursionisti che percorreranno l’itinerario a piedi, in bicicletta o a cavallo riservando una cura particolare per l’ospitalità e l’assistenza degli animali in vista della prossima attivazione dell’ippovia del Cammino di Santa Barbara

La scorsa settimana sono state consegnate a due escursionisti francesi le “torri”, premio assegnato a chi completa il cammino: i turisti hanno percorso quattrocento chilometri. Uno di loro ha celebrato il “viaggio” dipingendo otto acquerelli con i paesaggi sardi: sono stati donati alla Fondazione. 
   

Listen Unica Radio on Spotify

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: