Home / Articoli / Incontri e workshop / A Seneghe Poesia, musica e dibattiti con Cabudanne de sos poeta
Unica Radio App

A Seneghe Poesia, musica e dibattiti con Cabudanne de sos poeta

A settembre la 15/a edizione di “Cabudanne de sos poeta”

Il tema centrale de Cabudanne de sos poeta edizione 2019 è il viaggio. Ma si va da una parte all’altra del mondo con versi, musica, teatro, dibattiti, letture nelle piazze e nel vecchio frantoio stando fermi a Seneghe, nel cuore del Montiferru. Un esempio emblematico? Dalla Sardegna all’America della beat generation passando per Bologna: c’è un progetto, chiamato Alberi poeti, con una installazione basata sulle registrazioni di Radio Alice, storica e ribelle emittente emiliana, del festival di Castelporziano del 1979 con Allen Ginsberg e soci.   

È la 15/a edizione del Cabudanne de sos poeta, in programma a Seneghe dal 5 all’8 settembre. Ma ci sono delle anteprime il 25, il 30 e 31 agosto. Con la comunità che per quattro giorni si mette al servizio del festival aprendo cortili e case in nome dell’ospitalità. La rassegna è curata dall’associazione Perda sonadora. Poetici anche i nomi delle sedi degli incontri: prentza de murone, campo della quercia, Putzu arru, Piazza dei balli, bar su Recreu, casa Addis. E naturalmente sa Domo de sa poesia, la casa della poesia.   

Oltre 60 ospiti in arrivo anche da Francia, Turchia, Armenia, Usa, Algeria. I nomi: Ida Travi, Alba Donati, Mariagiorgia Ulbar, Franc Ducros, Marco Santagata con un focus sull’Infinito di Leopardi. C’è di tutto: dalla poesia sarda a quella nazionale e internazionale. Ma c’è anche uno sguardo sul rap napoletano e sulla musica elettronica nata nell’isola. “La spinta verso lo spazio fuori di noi stessi – ha detto Luca Manunza, presidente di Perda Sonadora – verso un orizzonte irraggiungibile è il combustibile, la ragione stessa da cui nascono opere leggendarie: da Shelley a Goethe e Ariosto, da Omero a Tasso, da Byron a Derek Walcott, il viaggio si manifesta in molte forme sotto il significato accomunante di grande metafora della poesia”.

Libri e ristoro anche con il buon cibo: molta attenzione alle offerte culinaria della zona con il catering curato dallo chef Pierluigi Fais. Un festival che fa anche acquistare poesia: una libreria di Macomer – è stato spiegato dagli organizzatori – è stata premiata a livello nazionale per le vendite di testi in versi in concomitanza con il Cabudanne de sos poetas.

Francesco Renga Tour 2019

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Il Progetto Vivimed a Santu Lussurgiu

Progetto Vivimed: Oggi a Santu Lussurgiu un incontro per disegnare nuove offerte turistiche sostenibili esperenziali …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: