Home / Articoli / Teatro / A Santu Lussurgiu la prima regionale de “Il Grigio” di Gaber-Luporini
Unica Radio App

A Santu Lussurgiu la prima regionale de “Il Grigio” di Gaber-Luporini

Surreali divagazioni ne “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, in cartellone in prima regionale venerdì 2 agosto alle 22 nel Teatro di Piazza Mercato a Santu Lussurgiu per l’XI Festival Percorsi Teatrali

“…Strade dell’Unicorno” organizzato dal Teatro del Segno: sotto i riflettori Salvatore Della Villa che firma anche la regia dello spettacolo impreziosito dalle musiche originali di Gianluigi Antonaci e dai video di Andrea Federico (produzione Tracce Creative – Compagnia Salvatore Della Villa). «L’Amore è una parola strana. Vola troppo. Andrebbe sostituita» afferma il protagonista, che ha cercato rifugio dalle amarezze e dal disincanto, dopo una serie di tentativi non riusciti di mettere ordine nella sua esistenza, lasciandosi alle spalle il passato – un matrimonio fallito, un figlio distante, un’amante delusa – per ritrovare se stesso nella quiete e nel silenzio di una nuova casa, ma si trova costretto a fare i conti con la presenza ingombrante e inaspettata di un altro personaggio, fino a ingaggiare un “duello” verbale con questo “coinquilino”, in una vicenda dai toni umoristici e grotteschi.

Tra i più fortunati lavori teatrali della coppia Gaber-Luporini, “Il Grigio” – in scena per tre stagioni consecutive – è un monologo esilarante e a tratti inquietante da cui emergono fragilità e debolezze, convinzioni e paure di un uomo solo alle prese con i propri fantasmi, finché il misterioso “antagonista” lo spingerà a prendere delle decisioni o meglio a passare all’azione in maniera drammatica e insieme comica rivelandogli i suoi stessi limiti e il lato più segreto e oscuro del suo carattere – senza liberarlo dall’eterna incertezza. .

Il Festival Percorsi Teatrali 2019 proseguirà sabato 3 agosto alle 22 al Teatro di Piazza Mercato con le acrobazie e la clownerie del nouveau cirque con “Paidia”, da un’idea di Ado Sanna e Lorenzo Gessa (produzione Teatro del Sottosuolo): “uno spettacolo nonsense e dal retrogusto noir” che scaturisce da una naturale propensione dei due artisti per il brivido e dal gusto per l’errore, che riproduce quanto di incidentale e sorprendente accade nella vita. Uno sguardo particolare per gli ultimi – le anime fragili, i timidi e gli introversi, chi porta in sé le tracce della diversità – e una curiosità intellettuale per gli effetti del caso, e del caos, tra musiche “loopate e remixate” e numeri di giocoleria confluiscono in una scrittura scenica ricca di sorprese, con l’avvertenza: «Non cercate un perché, un filo logico in quel che state vedendo, questo è solo un gioco».


A chiudere la serata – sabato 3 agosto dopo le 22.30 – quattro pièces di Teatro da Balcone per un excursus nel cuore del “paese nel vulcano” tra ironia e pathos, fantasia e poesia – da “I Giorni della Merla” di e con la danzatrice e coreografa Giorgia Damasco con inserti video di Luca Di Bartolo, alla frizzante “Acqua Minerale” di Achille Campanile nella versione di Chiara Panzera, Massimo Pizzoni e Stefano Carta (già annunciata per il 30 luglio, slitta invece a sabato 3 agosto) accanto alle “Metamorfosi Pagane” con le coreografie aeree di Monica Ledda e alle riflessioni semiserie di “Per le strade di paese di sera” con Sara Stabile (da un monologo di Paola Cortellesi).

I Percorsi Teatrali a Santu Lussurgiu sulle “…Strade dell’Unicorno” continuano fino a domenica 4 agosto tra spettacoli, laboratori e altre pièces di Teatro da Balcone. – e prosegue anche la raccolta fondi – iniziata la sera dell’inaugurazione – a favore delle vittime dell’incendio di 

Francesco Renga Tour 2019

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: