Home / Articoli / Musica / La musica di Antonio Vivaldi sabato 9 giugno all’Auditorium
Unica Radio App

La musica di Antonio Vivaldi sabato 9 giugno all’Auditorium

Fa tappa all’Auditorium del Conservatorio, il Festival “Il prete rosso” organizzato dall’Associazione Incontri Musicali come omaggio al compositore Antonio Vivaldi.

Sabato 9 giugno, alle ore 19, l’orchestra Cadossène Ensemble spazierà nel tema della follia, interpretato dal Prete Rosso come da compositori a lui contemporanei. In apertura di concerto, la Sonata RV in re minore “La Follia” (violini Alessandro Milana e Mauro Farci) di Vivaldi e l’omonima Sonata Op. 5 n. 12 in re minore di Arcangelo Corelli.

A seguire, l’esecuzione del celeberrimo “L’Estate”, tratto dalle Quattro Stagioni, concerto Op. 8/2 RV315 in sol minore. Di Henry Purcell è invece la Suite a 4 in sol maggiore, che precederà il gran finale, dedicato anche questo a Vivaldi: il concerto , Op.3 n. 1 RV 549 in re maggiore per quattro violini tratto da “L’estro armonico” (violini Alessandro Milana, Mauro Farci, Anna Floris, Margherita Moccia)

Il festival dedicato al Prete rosso ha riscosso un grande successo coinvolgendo il pubblico attraverso le narrazioni che, concerto dopo concerto, hanno presento il grande compositore barocco ma soprattutto grazie alla sua musica vocale e strumentale”, il commento del direttore artistico, Giacomo Medas, “novità dell’omaggio ad Antonio Vivaldi, la scelta accurata del programma artistico, i giovani che costituivano l’ensemble Cadossène e i solisti che l’hanno interpretato”.

Ogni concerto è preceduto da una prova aperta agli studenti e musicisti, in un vero e proprio Festival Didattico che punta allo studio e alla riscoperta del repertorio di Vivaldi.

L’ingresso è gratuito, con offerta libera.

L’Associazione “Incontri Musicali” nasce nel Novembre del 1994 cominciando un’intensa attività didattico-culturale e concertistica. Dedica subito spazio ai giovanissimi costituendo un’orchestra composta da bambini d’età compresa tra gli otto e i quindici anni, denominata “ Orchestra Primavera”, questa dal ‘96 viene introdotta come attività di musica d’insieme nelle discipline del Conservatorio cagliaritano “G. Pierluigi da Palestrina”.

Nel ’95 comincia la sua attività dedicata alla concertistica organizzando, per il comune di Bosa, “Mostra Itinerante della Musica”, comprendente otto concerti. Sempre nello stesso anno instaura un rapporto artistico con l’Accademia “Sol Oriens” di Cagliari, realizzando un corso internazionale di Direzione d’Orchestra tenuto dal M° Peter Maag. Dal 1996 al 2000 collabora con l’Associazione “Amici della Musica” per la realizzazione del Concorso Internazionale “Ennio Porrino”, accompagnando, con la sua orchestra “Incontri Musicali”, i finalisti nel concerto di chiusura. Dal 1997 si occupa della ricerca e del rilancio della Musica Popolare Sarda riproponendola in una veste totalmente nuova ed originale. Nell’anno 2000 con l’orchestra “Internazionale Sarda” realizza una tournée che la vede protagonista, con un programma interamente dedicato alla musica popolare, nelle città più importanti della Svizzera (Zurigo, Ginevra, Losanna, Lucerna) ne 2001 ripete l’esperienza con un concerto tenuto a Ginevra. Si dedica inoltre alla promozione di brani originali d’ispirazione tradizionale, scritti da giovani compositori.

A tal proposito nel dicembre del 2000 bandisce il primo concorso internazionale, a favore della musica innovativa d’ispirazione sarda. Dal Dicembre ’97 organizza, per l’Amministrazione comunale di Quartu S. Elena e la Regione Sardegna, il festival “Sonus de Atongiu” oggi alla XIX edizione, programmando concerti appartenenti alla sfera della musica colta ed ispirati alla musica di tradizione popolare. Dal 2006 organizza il Festival di Bari Sardo e collabora regolarmente col Comune di Cagliari, con la Provincia di cagliari, quella di Ogliastra, col Conservatorio di Musica “G. Pierluigi da Palestrina”, con la Fondazione del Teatro Lirico di Cagliari e con diverse altre associazioni italiane. Oltre a Sonus de Atongiu organizza il Festival delle Serenate, Il grande Festival di musica da Camera e dal 2007 al 2012 nel Teatro Civico di Castello, a Cagliari, dedica un festival ad una Nazione (Festival Americano, Festival Spagnolo, Festival francese etc.). Dal 2007 ottiene, tramite bando pubblico, la gestione della Scuola Civica “Luigi Rachel” di Quartu S. Elena che a tutt’oggi conta 610 allievi. In collaborazione con la stessa organizza dal 2010 Masterclass e stage di specializzazione per strumentisti e cantanti lirici che nell’edizione 2013 hanno potuto contare sull’apporto di Danilo Rossi e Massimo Polidori, prime parti del Teatro alla Scala di Milano e Klaidi Sahatci, spalla della Tonhalle orchestra di Zurigo. Per la Scuola Civica “Luigi Rachel” coinvolge le Scuole primarie, secondarie e l’Università della 3′ età in laboratori, lezioni concerto, corsi di strumento atti alla divulgazione della cultura musicale nella provincia di Cagliari. Dall’Ottobre 2016 gestisce il Teatro Comunale di Serrenti .

L’Associazione “Incontri Musicali”, tra i suoi diversi progetti ha quello di intensificare le attività che tendono a divulgare la musica d’ispirazione popolare sarda in Italia e all’estero; Scoprire e divulgare la musica inedita e sconosciuta custodita nelle biblioteche della Citta di Cagliari e in tutta la Sardegna; istituire nuovi organismi nei quali i comuni stessi siano parte integrante; realizzare progetti che coinvolgano i giovani in attività musicali atte all’aggregazione; valorizzare i giovani strumentisti che intendono impegnarsi in maniera professionale in ambito musicale, dedicando loro uno spazio che gli permetta di cimentarsi in esperienze altamente formative e gratificanti. L’Associazione intende continuare la sua attività realizzando progetti sempre più ambiziosi, con i quali spera di apportare cambiamenti sostanziali al mondo culturale nazionale in ambito musicale. L’Associazione Incontri Musicali è attiva continuativamente dal 1994 ad oggi.

Francesco Renga Tour 2019

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Torna il circo nella splendida cornice del Parco di Molentargius!

Dopo il successo e l’esperienza positiva dell’anno scorso con il Circo Paniko, l’Associazione Circo Mano …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: