Home / Articoli / Interviste / Claver Gold: “Il Lupo di Hokkaido, il nuovo disco dove canto la morte del rap italiano”
Unica Radio App

Claver Gold: “Il Lupo di Hokkaido, il nuovo disco dove canto la morte del rap italiano”

Il rapper Claver Golf presenta il nuovo EP “Lupo di Hokkaido” scritto con la collaborazione del duo Kintsugi

Lupo di Hokkaido è il titolo del nuovo lavoro di Claver Gold & Kintusgi. Il disco racconta, da un punto di vista metaforico, la storia del lupo di Ezo o lupo di Hokkaido, una specie di lupo endemico del Giappone estinta intorno al 1870. Il lupo in questo caso è metaforicamente sostituito dalla musica rap, che negli anni ha subito innumerevoli cambiamenti fino a perdere completamente le radici: Questo genere musicale è diventato così il fine e non più il mezzo di comunicazione che permetteva di raccontare storie e vicende di tutti i giorni.

Questo disco vuole proporre, nel panorama italiano, testi impegnati ed empatici che raccontino la quotidianità, di amore, di odio e di sofferenza.Gli autori, con questo EP, puntano il dito sul Rap italiano affermando che il rap per come lo conoscevamo si sta estinguendo proprio come è successo al Lupo di Hokkaido: sta morendo lentamente per mano delle stesse persone che lo difendevano a spada tratta e di quelli che non lo hanno mai vissuto veramente. Il Lupo di Hokkaidò, dipinge uno spaccato di vita, dove finiscono le gioie ed iniziano le paure, dove finisce l’odio ed inizia l’amore, dove finisce il silenzio inizia la musica.

Classe 1986, Claver Gold (all’anagrafe Daycol Orsini) nasce in un quartiere popolare di Ascoli Piceno, ultimo di 5 fratelli. Scopre presto il writing e le peggiori vernici da marker, per poi dedicarsi anima e voce al rap, dalle battle di freestyle ai primi album. Dal 2007 al 2013 ha vissuto a Bologna, dividendosi tra l’Accademia di Belle Arti e i palchi dei Centri Sociali. Due volte vincitore del Tecniche Perfette marche e finalista nazionale, vincitore del primo talent per cantautori “Genova per voi” con il singolo “Cyborg” contenuto in “Mr. Nessuno”, l’album che lo ha fatto conoscere al pubblico italiano.

Le particolarità della sua scrittura cominciano ad emergere sin dai suo primi lavori come “ Tarassaco Piscialetto” e “Patate e Cipolle”. Lirica e poetica sono le caratteristiche che lo contraddistinguono, elementi che riescono a stringere un forte legame empatico con l’ascoltatore grazie a testi ricchi di immagini ed a storytelling dettagliati e passionali

ASCOLTA L’INTERVISTA A CLAVER GOLD

Claver Gold: “Il Lupo di Hokkaido, il nuovo disco dove canto la morte del rap italiano”

 
 
00:00 / 15:30
 
1X
 
Francesco Renga Tour 2019

About Luca Piras

Luca Piras
Nato a Guspini e cresciuto a pane, musica e birra artigianale. Dopo le scorribande nei palchi del sud Sardegna come tastierista, si dedica al mondo radiofonico dal 2015. Baffi e occhiali sono il suo marchio di fabbrica e dove c'è l'Indie probabilmente c'è anche Luca Piras. Attualmente vive a Roma dove ha collaborato con Mediaset e attualmente scrive per Huffington Post.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: