Home / Articoli / Interviste / Intervista a Elisabetta Dessì: “La Matrioska è un simbolo di accoglienza”
Unica Radio App

Intervista a Elisabetta Dessì: “La Matrioska è un simbolo di accoglienza”

L’ideatrice del progetto La Matrioska racconta ai nostri microfoni i dettagli del laboratorio tessile, creativo e sociale dedicato all’inclusione

Accoglienza, creatività e integrazione. Sono questi gli elementi portanti del progetto sociale La Matrioska, laboratorio tessile ideato e coordinato dalla dott.ssa Elisabetta Dessì, psicologa e innamorata dell’arte del cucito: “In casa ci sono sempre stati tessuti, ago e filo, perciò è una passione che è nata quando ero piccola”.

Ed è proprio da questa passione che si sviluppa l’idea di dar vita a un laboratorio tessile, creativo e sociale, conciliando il cucito con la formazione accademica, orientata alla psicologia e all’inclusione dei migranti. “Il progetto nasce a febbraio – racconta Elisabetta Dessì – con l’intento di avviare dei corsi di sartoria per persone in condizione di svantaggio sociale. Grazie a una raccolta fondi siamo riusciti a partire con il progetto pilota, Cucire l’accoglienza, offrendo un corso sartoriale base a quattro ragazzi richiedenti asilo sul nostro territorio”.

Il crowdfunding ha consentito di raccogliere più di 3000 euro, grazie ai quali sono stati acquistati i macchinari per cucire. Il laboratorio ha preso inizio due settimane fa e durerà circa quattro mesi, culminando con un evento finale per valorizzare tutto ciò che è stato prodotto. I lavori dei quattro giovani migranti saranno messi in vendita anche online.

Il team del progetto è composto da Elisabetta Dessì, da una sarta professionista e da altre due socie volontarie, che si impegnano a gestire i social e un “diario di bordo”.

La Matrioska ha un significato preciso – spiega Elisabetta Dessì – perché la bambola russa, che all’interno ospita tutti i suoi figli, è per noi simbolo di accoglienza. Speriamo in futuro di poter accogliere anche altre tipologie di utenti. L’obiettivo a lungo termine è crescere e ci auguriamo di poter avviare nuove collaborazioni con altre realtà”.

ASCOLTA L’INTERVISTA

Intervista a Elisabetta Dessì: “La Matrioska è un simbolo di accoglienza”

 
 
00:00 / 6:32
 
1X
 
Francesco Renga Tour 2019

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Una laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. È da sempre affascinato dal mondo dei mass media e dell'informazione. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

Mamatita Festival porta ad Alghero nuove e originali forme d’arte

L’obiettivo è fare della città un grande teatro a cielo aperto, prestandosi come strumento di …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: