Home / Articoli / Altro / 5 Vele alla Sardegna. Legambiente: qui il mare più bello
Unica Radio App

5 Vele alla Sardegna. Legambiente: qui il mare più bello

Guida Legambiente e Touring club, isola prima con cinque spiagge

La Sardegna, il Cilento e la Maremma sono le regine del mare del 2019. Da Pollica a Castiglione della Pescaia (Gr) a Posada (Nu) sventolano le cinque vele della guida di Legambiente e Touring club italiano, presentata a Roma, che da questa edizione porta il nuovo simbolo dedicato ai Comuni ‘plastic free’.

Questa è la denominazione di quei comuni italiani che per primi hanno deciso di schierarsi contro l’uso della plastica, nel tentativo di salvaguardare i nostri mari e territori. Comuni composti da amministratori competenti, i quali hanno firmato e promulgato ordinanze per mettere al bando la plastica usa e getta. Bicchieri, piatti, sportine usa e getta sono ormai un solo lontano ricordo in questi comuni virtuosi.

Il Tirreno è il mare più premiato; qui le cinque vele vengono assegnate a sette comprensori. Nella classifica delle Regioni la Sardegna è al primo posto, regina dell’estate con cinque litorali al massimo del punteggio; seguono Sicilia, Puglia, Campania e Toscana.

La mappa del meglio dell’estate, contenuta nella nuova guida – ‘Il mare più bello 2019’ – oltre al Cilento antico guidato da Pollica, la Maremma con Castiglione e la Baronia di Posada e il Parco di Tepilora, prosegue così: il Litorale di Chia con Domus De Maria, Baunei, l’Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa, la Gallura Costiera e l’area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura, la Costa del Mito e l’area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta con da San Giovanni a Piro (Sa), l’Alto Salento adriatico guidato da Melendugno (Le), la costa del parco agrario degli ulivi secolari con Polignano a Mare (Ba), il litorale trapanese nord con San Vito lo Capo (Tp) e l’isola di Ustica (Pa).

Francesco Renga Tour 2019

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Il mondo Mirtò punta sulla valorizzazione dei produttori sardi

Il Dna di Mirtò, che è diventato sinonimo di Sardegna, rappresenta la prima vocazione di …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: