Home / Articoli / Incontri e workshop / Inaugurato il Trentapiedi dei Monumenti con il Rettore Del Zompo
Unica Radio App

Inaugurato il Trentapiedi dei Monumenti con il Rettore Del Zompo

“Avviciniamo l’Università alla città e prolunghiamo nel tempo lo spirito di Monumenti Aperti”: così il Rettore dell’ateneo Maria Del Zompo ha inaugurato il Trentapiedi dei Monumenti

“Questi due giorni sono l’ennesima prova di un Ateneo sempre più attento al rapporto con i cittadini: è un modo coordinato e ben organizzato per avvicinare l’Università di Cagliari a questa bellissima città”.  Lo ha detto questa mattina il Rettore Maria Del Zompo, dando il via alla prima corsa del “Trentapiedi dei Monumenti”, il percorso proposto da “Vestigia UniCa”, il Laboratorio di Didattica e Comunicazione dell’Università di Cagliari, all’interno di “Monumenti aperti”. Alla partenza del primo convoglio ha partecipato anche Fabrizio Frongia, presidente di Imago Mundi onlus che organizza la manifestazione.

Riferendosi al sistema di raccolta di ‘sigilli’ su una apposita tessera organizzato dall’Ateneo, che permetterà ai visitatori che parteciperanno ad almeno sei delle dieci attività proposte dall’Università di Cagliari di partecipare ad una delle “Unica Experiences”, la prof.ssa ha aggiunto: “In questo modo mettiamo a disposizione delle persone la possibilità di avvicinarsi e toccare con mano una buona parte della ricerca scientifica condotta dai nostri ricercatori. In ognuna delle UniCa Experencies, i docenti spiegheranno la bellezza dei loro studi e la ricaduta sociale ed economica della ricerca scientifica”.

Questi i 10 punti che rientrano nell’iniziativa per l’edizione 2019: Palazzo del Rettorato, Archivio Storico e Collezione Piloni (Via Università), Museo delle Cere Anatomiche Clemente Susini, Collezione archeologica Evan Gorga (Cittadella dei Musei), Facoltà di Architettura (Via Corte d’Appello), Museo di Zoologia (Ponte Vittorio), Museo di Mineralogia (Via Trentino), Orto botanico (Viale Sant’Ignazio da Laconi) e il Trentapiedi dei Monumenti (da Piazza San Cosimo).

Chi tra oggi e domani visiterà almeno 6 di questi 10 siti potrà partecipare nelle settimane successive a uno o più dei 22 speciali appuntamenti che permetteranno di scoprire ‘in prima fila’ la ricerca dell’Ateneo nei suoi laboratori e in 12 diverse località della Sardegna. In questo modo, grazie all’Università di Cagliari e ai 25 docenti che hanno offerto la propria disponibilità, lo spirito di Monumenti Aperti continuerà oltre i giorni e siti visitabili per la manifestazione.

Il “Trentapiedi dei Monumenti” è una sorta di convoglio pedonale dotato di capotreno e locomotore umano, che quest’anno ogni 30 minuti condurrà i passeggeri in un circuito a tappe della durata di 55 minuti, che attraverserà gli spazi del Liceo artistico, raggiungerà San Lucifero, il Parco delle Rimembranze, Piazza Gramsci, l’EXMA, l’Archivio di Stato, fino a Palazzo Doglio. In questo modo l’iniziativa nata dalla felice intuizione di Fabio Pinna, ricercatore di Archeologia, proporrà quest’anno la riscoperta di un’area che ha più volte cambiato aspetto nella storia e che unisce il ricordo dei luoghi di sepoltura della Karales romana, a monumenti della fede e della cultura medievale, fino agli spazi in continua trasformazione della modernità.

Francesco Renga Tour 2019

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Una laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. È da sempre affascinato dal mondo dei mass media e dell'informazione. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

L’università di Cagliari custodisce i dati dei parchi dell’Himalaya

La tecnologia dell’università di cagliari custodisce i dati ambientali dei parchi dell’himalaya karakorum range: siglato …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: