Home / Articoli / Teatro / Finale di partita per il progetto “T-Challenge”
Unica Radio App

Finale di partita per il progetto “T-Challenge”

Volge al termine il progetto T-Challenge organizzato dal CeDAC per la diffusione della cultura teatrale

Finale di partita per T-Challenge – il progetto del CeDAC per la formazione e la diffusione della cultura teatrale che per il “numero zero” ha visto il coinvolgimento di ben otto istituti della scuola secondaria di secondo grado nell’area metropolitana di Cagliari, con la diretta partecipazione degli studenti, impegnati nell’allestimento di altrettanti spettacoli sotto la guida dei registi– in vista dell’atto finale – ovvero la “Battaglia Teatrale” – dal 4 al 12 maggio all’Auditorium Comunale di piazza Dettori a Cagliari .

Una sfida a colpi di battute e invenzioni sceniche iniziata – sabato 4 maggio – con il “duello” a distanza tra gli allievi del Liceo Dettori alle prese con le shakespeariane “Pene d’amor perdute” per la regia di Lea Karen Gramsdorff e gli studenti dell’ITC Primo Levi con la mise en scène della “Lisistrata” di Aristofane diretta da Senio Giovanni Barbaro Dattena, mentre domenica 5 maggio spazio al gioco metateatrale di “Rumori Fuori Scena” di Michael Frayn nella versione dell’IIT Giua con la regia di Elio Turno Arthemalle e al teatro dell’assurdo con “Ubu Roi” da Alfred Jarry nell’interpretazione degli studenti del Liceo Scientifico Pacinotti diretti da Filippo Salaris.

Le ultime due giornate del T-Challenge vedranno protagonisti DOMANI (sabato 11 maggio) alle 11.30 gli alunni dell’IPSIA Antonio Meucci con l’originale “Hashtag #14-19 – Azione “La Corsa” con drammaturgia e regia di Roberta Locci e sempre DOMANI (sabato 11 maggio) ma nel pomeriggio alle 17 gli studenti dell’ITE Pietro Martini proporranno “Il Fattore X” – liberamente tratto dalla commedia “C’era un sacco di gente, soprattutto giovani” di Umberto Simonetta – per la regia di Simeone Latini per un viaggio nella realtà dei talent show.

Tra maliziosi giochi di seduzione e il tema attualissimo dell’emancipazione femminile – domenica 12 maggio alle 17 “La Locandiera” di Carlo Goldoni nella versione degli allievi del Liceo Scientifico Giuseppe Brotzu con la regia di Mariano Cirina aprirà la serata conclusiva del T-Challenge – e infine sempre domenica 12 maggio ma alle 19 andrà in scena “E’ morto Piero” – da un romanzo di Achille Campanile, “Il povero Piero” (poi tradotto per la scena dallo stesso autore) – con gli alunni del Liceo Scientifico Michelangelo diretti da Marta Proietti Orzella per un umoristico divertissement – in chiave noir.

Francesco Renga Tour 2019

About Eleonora Piu

Eleonora Piu
Studentessa al terzo anno in Scienze della Comunicazione. Amante della buona compagnia e della buona musica.

Controlla anche

FestivAlguer: Un mondo, nessuno, centomila

Un mondo, nessuno, centomila, la XVII edizione di FestivAlguer sonda dimensioni parallele: inagura la (s)cena …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: