Home / Articoli / Università e Ricerca / Al via le giornate dell’orientamento universitario
Unica Radio App

Al via le giornate dell’orientamento universitario

La cittadella universitaria di Monserrato ospita dal 1 al 4 marzo le giornate dell’orientamento universitario

Alla Cittadella universitaria di Monserrato sono attesi circa 10mila studenti del quarto e quinto anno provenienti da 98 istituti scolastici di secondo grado di tutta la Sardegna che parteciperanno alle Giornate dell’Orientamento organizzate dall’Università degli Studi di Cagliari. La manifestazione prevede che le attività si svolgano in una fascia oraria continuativa dalle 8.30 fino alle 15 nei giorni del 1 e 2 marzo, mentre nella giornata di lunedì 4 marzo le attività termineranno alle 14.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal Rettore Maria Del Zompo, dal Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu, dalla Dirigente della Direzione Didattica Pina Locci.

Le Giornate di Orientamento è un’iniziativa all’interno di un articolato progetto di orientamento di Ateneo – UNICAORIENTA – finalizzato a creare una maggiore sinergia tra Scuola e Università, in cui si lavora congiuntamente e costantemente nel processo di formazione e orientamento dello studente a partire dalle terze classi delle scuole superiori. Il progetto di orientamento è finanziato con fondi della programmazione POR-FSE 2014-2020.

“Si tratta di un progetto che mette al centro lo studente – è il commento del Rettore Maria Del Zompo – Per questo ringraziamo la Regione per averci dato l’opportunità imperdibile di migliorare l’orientamento e renderlo ancora più efficace per gli studenti, le famiglie e l’Ateneo: le azioni previste permetteranno maggiore motivazione nella scelta del corso e maggiore efficacia nello studio”.

“E’ un nuovo modo di fare orientamento – ha aggiunto Ignazio Pustzu, Prorettore alla Didattica – Interveniamo come indicato dalla Comunità europea in collaborazione con le scuole e in stretto raccordo con la Direzione Scolastica Regionale sulla dispersione scolastica e sull’abbandono universitario. Non banalmente un marketing dell’offerta, ma rinforzo delle capacità e delle competenze trasversali dei nostri giovani. Serve un’alleanza tra scuola e università: è quella che abbiamo concretizzato realizzando le reti di scuole lavorando per sei mesi con le scuole superiori con reciproca soddisfazione. Abbiamo coprogettato iniziative come questa che presentiamo”. Il Prorettore ha parlato anche della riorganizzazione del Centro Linguistico di Ateneo per far raggiungere – come chiesto dal Rettore – a tutti gli studenti iscritti almeno il livello B2 della conoscenza della lingua inglese entro il triennio.

Durante l’edizione delle GO 2019 gli studenti avranno la possibilità di assistere alle presentazioni dei corsi di laurea e dei servizi dell’Ateneo, di partecipare a seminari che offrono una panoramica sulle eccellenze della ricerca dei Dipartimenti dell’Ateneo, sui potenziali sbocchi occupazionali e sulle figure professionali che i corsi di studi contribuiscono a formare, di ascoltare le testimonianze di studenti e neolaureati e di rappresentanti del mondo del lavoro e delle professioni.

Per tutta la durata della manifestazione gli studenti avranno, inoltre, la possibilità di effettuare visite guidate nei laboratori didattici di Biologia, Chimica, Fisica, Matematica, Geologia, Scienze Naturali e Spettroscopia e di essere coinvolti in diverse attività.

Una delle novità introdotte nell’edizione 2019 della manifestazione riguarda la presenza della postazione desk del Servizio di Counseling Psicologico di Ateneo, mediante la quale sarà possibile ricevere informazioni sulle attività di supporto psicologico destinato agli studenti iscritti all’università, prevalentemente iscritti al 1 anno di corso, anche attraverso la distribuzione del materiale informativo relativo a tutte le attività del Servizio.

Al servizio – attivo da appena tre settimane e a cui si accede attraverso una mail o contatto telefonico  – si sono finora rivolti 47 studenti, di cui 3 hanno terminato il percorso di supporto psicologico individuale, 14 stanno attualmente portando avanti il percorso di supporto psicologico individuale, 26 hanno concordato un appuntamento per un percorso di supporto psicologico individuale.

Inoltre, specificamente per i docenti delle scuole secondarie di secondo grado, sarà illustrata l’attività di orientamento incentrata sulla mappatura delle abilità di career decision making degli studenti e verranno raccolte le eventuali adesioni allo svolgimento di tale attività.

In concomitanza al desk dedicato al Servizio di Counseling Psicologico di Ateneo, verrà svolta un’attività divulgativa sul tema della promozione della salute psicologica nel contesto universitario, nella quale verranno attivamente coinvolti gli studenti e gli insegnanti.

Inoltre, nell’edizione 2019 saranno presenti i tutor di orientamento, iniziativa prevista nel progetto UNICA ORIENTA, che prevede 9 tutor dislocati nelle 6 Facoltà dell’Ateneo. Durante le Giornate i Tutor saranno presenti nelle postazioni desk per svolgere attività di informazione sui corsi di studio e i servizi offerti nell’Ateneo.

Tra le altre novità delle Giornate di Orientamento 2019 c’è la partecipazione delle Istituzioni Equivalenti ed in particolare della Pontificia Facoltà Teologica, non presente nell’edizione 2018, che presenterà la propria offerta formativa e i propri servizi nel quadro di collaborazione stabilito dall’Accordo di programma con la Regione Sardegna e l’Università degli Studi di Sassari. Confermate la presenza del Conservatorio Statale di Musica e la Scuola superirore Verbum.

Quest’anno per la prima volta alle Giornate saranno presenti l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro – ASPAL e Confindustria Giovani Imprenditori.

Per la prima volta, inoltre, durante le Giornate dell’Orientamento saranno previste attività specificamente dedicate agli insegnanti della scuola secondaria superiore che accompagnano gli studenti in visita: i docenti delle scuole potranno infatti partecipare agli incontri per la presentazione del neo-costituito CEDIAF (Centro di Ateneo per la didattica e l’inclusione nell’alta formazione delle pro­fessionalità educative) che nasce con la finalità di raccordare gli esiti della più avanzata ricerca scientifica con le esigenze culturali di qualificazione dei professionisti dell’educazione e dell’inclusione.

In contemporanea alle attività specificatamente rivolte agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e finalizzate a favorire la scelta universitaria più idonea per ciascuno studente, CEDIAF e USR per la Sardegna organizzano nelle tre giornate di orientamen­to un momento di dialogo info/formativo con i docenti accompagnatori dei ragazzi. L’occasione sarà propizia per promuovere sinergie fra docenti uni­versitari e docenti delle scuole.

Gli incontri saranno coordinati dal prof. Ignazio Putzu, Pro-rettore alla didattica dell’Ateneo cagliaritano e dal prof. Stefano Meloni dell’USR per la Sardegna.

Interverranno il prof. Antonello Mura, direttore del CEDIAF a illustrare le finalità e le attività del Centro, un dirigente scolastico e quat­tro docenti universitari che avranno modo di rappresentare la relazione e la congruenza fra le ricerche accademiche in essere presso l’Ateneo e le esigenze formative delle scuole. Ogni incontro si concluderà con un breve dibattito che coinvolgerà tutti i presenti.

“Ringraziamo l’Ufficio Scolastico Regionale, le scuole sarde e i loro dirigenti – ha detto il Prorettore per la Didattica, Ignazio Putzu – per la collaborazione data per rendere efficace ed efficiente il progetto. Ci sono stati forniti suggerimenti preziosi ed è stata realizzata una interazione davvero fruttuosa, che ha consentito la creazione delle reti di scuole”.

Infine, molte e gradite saranno anche le riconferme rispetto alla passata edizione: presente il Consorzio Uno di Oristano. Confermata anche la presenza del Centro Eurodesk -URPdella Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna, che fornirà una consulenza gratuita e personalizzata sulle opportunità di mobilità transnazionale riservate dalla Comunità europea ai giovani sardi e offriranno la possibilità di assistere a seminari di approfondimento su “Le opportunità di mobilità per l’apprendimento per i giovani: lavoro, tirocini e volontariato in Europa”, offerte dal programma Erasmus+ (settore Gioventù) e da altri progetti e programmi sostenuti dall’Unione europea.

Fra i servizi dell’ateneo uno spazio apposito è dedicato ai Servizi per l’inclusione e l’apprendimento: attraverso la realizzazione di laboratori e la proiezione di sequenze di film vengono testimoniate esperienze di vita e di apprendimento di persone con disabilità, dislessia e/o altri Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Ampio spazio è riservato alla mobilità studentesca per illustrare le opportunità offerte delle borse di studio per i programmi Erasmus + e Globus, nell’ambito di un’azione costante di sensibilizzazione degli studenti finalizzata al potenziamento della dimensione internazionale dell’Ateneo.

Sarà presente il Centro Linguistico di Ateneo (CLA) che presenterà un nuovo progetto per il raggiungimento del livello B2 del Quadro comune di riferimento (QCR) in lingua inglese entro il termine del percorso triennale rivolto a tutti gli studenti dell’Ateneo.

LA NUOVA OFFERTA FORMATIVA

Anche per l’A.A. 2019/2020 l’offerta formativa dell’Ateneo cagliaritano appare diversificata, flessibile, costantemente aggiornata nei suoi diversi livelli. Alcune interessanti novità si registrano tra le lauree magistrali, sbocco naturale di molti percorsi triennali, con l’istituzione di 1 nuovo di laurea magistrale corsi di studio.

Nell’ambito della Facoltà di Medicina e Chirurgia è prevista l’attivazione del corso di laurea Magistrale in Attività motorie preventive e adattateComplessivamente per l’A.A. 2019/2020 è prevista l’attivazione di 38 Corsi di Laurea triennali, di 5 Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico e 38 Corsi di Laurea Magistrale.

Listen Unica Radio on Spotify

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Corsi Gratuiti finanziati dalla RAS

Al via “Filiere integrate del Parteolla e del Basso Campidano” i nuovi corsi gratuiti del …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: