Unica Radio App

Ruas ricorda Carbonia nel ventennio fascista

La rete unitaria antifascista del Sulcis Iglesiente, Ruas, ospiterà l’esposizione di ricerche svolte da Nicola Piras per la sua tesi sui campi di detenzione e aree di prigionia nella Sardegna contemporanea durante ventennio fascista.

Ruas, la Rete Unitaria Antifascista Sulcis-Iglesiente ospiterà la presentazione di “Storia dei campi di lavoro e detenzione in Sardegna nel ventennio fascista”, con esposizione a cura di Nicola Piras e introduzione a cura di Carlo Di Bella. L’evento si svolgerà venerdì 14 dicembre alle ore 18:30 a Carbonia, presso la sede del Circolo dei Soci Euralcoop in piazza Marmilla.

Nicola Piras racconterà di come l’isola in cui viviamo sia stata utilizzata come terra di confino dal regime fascista e poi di sfruttamento totale dei prigionieri durante la seconda guerra mondiale. I dati e le vicende si basano sulle ricerche che ha svolto per la sua tesi ”Organizatzioni, territòriu e poderi. Campus de internamentu, detentzioni e àreas de presonia in sa Sardìgna cuntemporànea” (Organizzazione, territorio e potere. Campi di internamento, detenzione e aree di prigionia nella Sardegna contemporanea).

Riprendere i fili della memoria per Ruas non è semplice commemorazione del passato: è bene ricordare che certe derive della società non sono un’esclusiva del passato e il rischio che si ripetano, seppure con un volto diverso, non è mai da scartare.

Per non dimenticare che anche Carbonia in quell’epoca è stata luogo di detenzione, prigionia, sofferenza e punizione per tante persone.

Rassegna Significante

About Eleonora Pisano

Eleonora Pisano
Sono una studentessa di beni culturali e spettacolo, appassionata di cinema, arte, musica e teatro. Vivo a Cagliari da un anno e mezzo e adoro scrivere e leggere: mi definisco "una discepola del Vate".

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: