Home / Articoli / Arte e mostre / Theandric Teatro Nonviolento in scena al Bookcity Milano
Unica Radio App

Theandric Teatro Nonviolento in scena al Bookcity Milano

 La vedova scalza, spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Salvatore Niffoi andrà in scena sabato 17 novembre alle 18 presso il Teatro Blu di via Cagliero.

Theandric Teatro Nonviolento sbarca in Lombardia per il Bookcity Milanosabato 17 novembre alle 18 la compagnia diretta da Maria Virginia Siriu andrà in scena con La vedova scalza, spettacolo teatrale tratto dall’omonimo romanzo di Salvatore Niffoi. La rappresentazione si terrà presso il Teatro Blu in via Cagliero 26, a Milano. In scena, per l’occasione, andranno gli attori Carla Orrù, Fabrizio Congia e Marco Secchi con la regia di Maria Virginia Siriu. I costumi di Marilena Pitturru e Salvatore Aresu e le maschere della stessa Pitturru. Lo spettacolo (della durata di 65 minuti) è a ingresso libero.

L’evento è organizzato in collaborazione con il CSCS – Centro Sociale Culturale Sardo, presente a Milano da oltre quarant’anni e riconosciuto dalla Regione Autonoma della Sardegna e dalla Federazione delle Associazioni Sarde in Italia. La piece racconta la storia di Mintonia, che dal cuore della Sardegna scappa in Argentina per sfuggire alla legge della vendetta barbaricina. Una tragedia costruita sui temi classici di sempre: amore, morte, gelosia e vendetta. Mintonia, che si vede strappare brutalmente il marito, dapprima accetta la legge non scritta della vendetta, facendola istintivamente propria. Da anziana, ormai in punto di morte, si ricrede e vede nel perdono l’unica via di fuga dalla legge del sangue. Una storia del nostro tempo in cui agiscono le forze ancestrali della sardità, espresse dagli elementi naturali e dalle consuetudini sociali che vedono nella figura femminile l’amministratrice dell’energia cosmica.

 BOOKCITY MILANO è un’iniziativa voluta dal Comune di Milano e dall’Associazione BookCity Milano (Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si è affiancata l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani). Nel 2012 il Comitato Promotore e l’Assessorato alla Cultura hanno chiamato a raccolta gli editori italiani per realizzare un evento condiviso tra tutti i protagonisti del sistema editoriale, con l’obiettivo di mettere al centro di una serie di eventi diffusi sul territorio urbano il libro, la lettura e i lettori, come motori e protagonisti dell’identità della città e delle sue trasformazioni nella storia passata, presente e futura. La manifestazione si articola in una tre giorni (più uno dedicato alle scuole), durante i quali vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte e biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo. L’iniziativa, che si inserisce negli eventi promossi dalla città di Milano per rinnovare la propria immagine e offerta culturale, oltre all’evento cardine di novembre, prevede attività di promozione della lettura durante l’anno, che danno continuità alle strategie culturali dell’Associazione BOOKCITY MILANO, come il progetto per le scuole realizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.

Theandric Teatro Nonviolento nasce nel 2001 dall’incontro tra l’attore e regista Gary Brackett e l’attrice, regista e studiosa di filosofia Maria Virginia Siriu. L’esperienza intorno alla quale si concretizza il progetto teatrale è la ricerca condotta dai fondatori sul rinnovamento dei linguaggi artistici in relazione al ruolo sociale del teatro come veicolo capace di canalizzare e divulgare una riflessione critica sull’uomo contemporaneo. L’associazione culturale Theandric svolge fin dalla sua fondazione un’attività di ricerca nell’ambito del teatro “politico”, inteso come teatro totale, un teatro che non ammette frattura tra spazio scenico e sociale ma intende riflettere insieme allo spettatore sui temi più urgenti del vivere contemporaneo e cercare insieme ad esso uno stimolo all’azione che necessariamente non si svolgerà nel momento in cui si vive il rito scenico, ma nella vita quotidiana. Questa ricerca si è focalizzata ben presto sulla nonviolenza come alternativa per la soluzione del conflitto a livello personale, sociale e politico. La nonviolenza è diventata una scelta di vita e il centro del lavoro teatrale, che persegue la sua diffusione e divulgazione attraverso due momenti: gli spettacoli e le manifestazioni culturali e i laboratori nei quali si lavora allo sviluppo della personalità nonviolenta attraverso le tecniche teatrali. 

Maria Virginia Siriu: laureata in Filosofia all’Università degli studi di Cagliari, debutta come attrice nello spettacolo Don Cristobal e Donna Rosita tratto da Federico Garcia Lorca per la regia di Guglielmo Ferraiola. Dal 1997 al 2000 approfondisce la formazione teatrale studiando con diversi membri del C.I.C.T. di Parigi diretto da Peter Brook: Bruce Myers, Yoshi Oida, Alain Maratrat, Tapa Sudana, Karunakaran Nair, Miriam Goldschmidt e Sotigui Koiuaté. Nel 1997 frequenta un laboratorio del Living Theatre in cui conosce Judith Malina con cui collaborerà come direttrice di scena e assistente di regia fino al 2003 presso il Living Europa. Con la storica compagnia fondata da Beck e Malina parteciperà alla nuova produzione Resistenza Adesso e in workshop e riprese dedicate a produzioni classiche della compagnia come Mysteryes and the Small Pieces e Utopia. Dal 2003 cura le regie della compagnia Theandric, realizzando spettacoli che hanno spesso debuttato nei festival internazionali, su cui spicca il Fringe Festival di Edimburgo.

Francesco Renga Tour 2019

About Michele Mascia

Michele Mascia
Mi chiamo Michele Mascia, sono nato a Cagliari il 13 Marzo del 1995, dove tutt'ora vivo. Sono uno studente universitario iscritto all Università di Cagliari in Lingue e Culture per la Mediazione Linguistica. Tra le mie passioni ci sono i viaggi, la musica e film e serie tv.

Controlla anche

FestivAlguer: Un mondo, nessuno, centomila

Un mondo, nessuno, centomila, la XVII edizione di FestivAlguer sonda dimensioni parallele: inagura la (s)cena …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: