Home / Articoli / Musica / Il jazz come corrispondenza tra musica e immagini
Unica Radio App

Il jazz come corrispondenza tra musica e immagini

La musica di Irma Toudjian incontra le immagini di Daniela Zedda all’European Jazz di Cagliari

Per il 36° Festival Internazionale Jazz in Sardegna – European Jazz Expo Cagliari, sabato 27 ottobre alle ore 19:30 si terrà un evento dal titolo Lettres Sonores “Una corrispondenza tra musica e immagini” all’EXMA . Si tratta di partiture originali eseguite al pianoforte da Irma Toudjian accostate a fotografie scattate da Daniela Zedda. Sotto i riflettori del festival compaiono lettere scritte su pentagramma e immagini scritte con la luce: questo in sintesi il tema dell’incontro artistico tra Irma Toudjian musicista e compositrice armena e Daniela Zedda , forografa cagliaritana. 

Daniela Zedda nasce e vive a Cagliari, dove dal 1982 si occupa professionalmente di fotografia e fotogiornalismo. Ha rivolto il suo impegno in particolare nel fotogiornalismo d’ambito culturale e degli spettacoli. Sensibilità per il mondo dell’arte, tecnica e istinto psicologico si sono così incontrati in una vasta e stimata produzione ritrattistica, ospitata nel corso degli anni in mostre e pubblicazioni di prestigio. Ha fatto diversi ritratti per libri, quotidiani, periodici nazionali e internazionali, promozioni editoriali e copertine di cd musicali e collaborato con l’agenzia fotografica Grazia Neri.

Ha realizzato prestigiose personali a Milano, Parigi, Praga, Budapest; ha esposto a New York, alla Columbia University e nella sala espositiva del New York Times., in occasione della presentazione del progetto, racconta di essere partita semplicemente dalla musica e di aver lavorato senza nessun condizionamento, lasciandosi guidare dalle emozioni che la musica le trasmetteva, assemblando insieme immagini precedentemente scattate, quelle che definisce ‘scarti’. Afferma inoltre di aver fatto un lavoro su misura solo per un brano. Ha giocato anche con degli interventi di postproduzione, curiosa reazione del pubblico.

Una scrittura musicale che fa riferimento alla traccia dell’omonimo lavoro di Lettres Sonores di Valery Afanassiev, pianista russo tra gli artisti contemporanei più anticonvenzionali e uomo dalla straordinaria cultura. Lo scrittore aveva sbobinato e trascritto i contenuti di diverse audiocassette che un amico gli inviava a Parigi, per raccontargli la vita di tutti i giorni in un periodo in cui, a causa del regime sovietico, esprimere il proprio pensiero era difficile. La performance, andata in scena lo scorso luglio al Festival La Notte dei Poeti, è ora riproposta in una forma squisitamente musicale grazie al lavoro intimo e delicato fatto dalla pianista.

Irma Toudjian pianista e compositrice di origine armena, nasce in Libano, inizia lo studio dello strumento in tenera età e perfeziona gli studi musicali a Parigi presso l’Ecole Normale Supérieure de Musique/Alfred Cortot. Dopo avere vissuto diciassette anni nella capitale francese si trasferisce a Cagliari, in Sardegna dove vive da più di 26 anni e prosegue la carriera di compositrice e concertista. Discografia essenziale: Ritratti (2005), Aghen (2006), March in the desert (2008), L’attente (2011), in_certezza (2017). 

Spiega di esser partita dal libro di Valery Afanassiev e di aver poi proseguito su un percorso musicale molto personale: la versione realizzata con Daniela Zedda è stata quella più vicina al suo mondo poetico e sostiene che la ricerca fotografica e la musica aderiscano perfettamente. Ha scritto una partitura dalle atmosfere intime, a tratti nostalgiche, ma decisamente contemporanee per rappresentare gli stati d’animo di chi, costretto a partire, è alla ricerca di un mondo dove vivere in pace. Nove lettere che ricordano delicate sinestesie, per una serata da vivere abbandonandosi al piacere delle emozioni.

Francesco Renga Tour 2019

About Eleonora Pisano

Eleonora Pisano
Sono una studentessa di beni culturali e spettacolo,appassionata di cinema,arte,musica e teatro. Vivo a Cagliari da un anno e mezzo e adoro scrivere e leggere: mi definisco "una discepola del Vate".

Controlla anche

Master in progettazione europea: prorogate le iscrizioni

C’è tempo fino al 5 novembre per presentare domanda per le iscrizioni Iscrizioni in scadenza …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: