Alexa Unica Radio
LEvi 1

Piera Levi-Montalcini, un tour di sei tappe in Sardegna

Piera Levi-Montalcini, nipote di Rita Levi-Montalcini, prima donna premio Nobel per la medicina, è pronta a raccontare gli orrori della Shoah in un tour di sei tappe in Sardegna in occasione della Giornata della Memoria.

Tour di sei tappe che va dal 25 al 28 gennaio, tra Cagliari, Selargius, Sestu, Quartu, Donori, Elmas, per incontrare studenti e cittadini su invito di Antonella Angioni, docente di Diritto ed economia, con la collaborazione di Enzo Cugusi, dell’Associazione sardi Gramsci di Torino.

Per Piera è la prima volta in Sardegna.

Di famiglia ebraica, settantasei anni, ingegnera elettronica, presidente dell’associazione Levi-Montalcini, Piera porta avanti l’eredità spirituale di sua zia, espulsa dall’Università di Torino in seguito alle leggi razziali.

E subito il suo pensiero va ai giovani. Si sofferma così sulla “perdita di cervelli, su quante menti geniali e colte l’Italia abbia perso, costrette a scappare dal Paese a causa delle leggi razziali e delle persecuzioni. Avrebbero potuto contribuire al suo sviluppo ma non sono più rientrate, anche perché l’odio razziale non è cessato con la fine del conflitto“, spiega.

E’ nata nel 1946, un anno dopo la fine della guerra, “ma ho respirato l’atmosfera discriminatoria verso le persone di religione ebraica – racconta – mio padre ha dovuto rinunciare alla cattedra a Torino, mia zia, intuendo che avrebbe avuto vita difficile, ha deciso di rimanere negli Stati Uniti”.

Le tappe del tour

La figura straordinaria di sua zia, Rita Levi-Montalcini, le memorie di famiglia, il Nobel, l’eredità raccolta nel proseguire l’opera di sostegno, orientamento e formazione di ragazze e ragazzi.

Sono i temi che Piera Levi-Montalcini, tratterà nel corso del suo tour in Sardegna. Dal 25 al 28 gennaio, tra Cagliari, Selargius, Sestu, Quartu, Donori, Elmas, in occasione delle iniziative per la Giornata della Memoria.

  • Il 25 gennaio alle 16.30 è attesa all’associazione Uniliber di Su Planu a Selargius nella sede della biblioteca comunale di via Metastasio;
  • il 26 gennaio alle 17.30 incontra gli studenti della scuola media e del Cpia1 al Gramsci di Sestu e il 27 gennaio alle 9 del mattino invece, le scolaresche al Montegranatico di Donori, dove prima all’ex Municipio sarà scoperta la lapide in memoria dei donoresi internati nei lager nazisti e sulle pareti della scuola d’infanzia saranno affissi pannelli con gli aforismi di Rita Levi-Montalcini; due ore dopo, tappa con gli studenti del Primo Levi di Quartu Sant’Elena; e invece dalle ore 17.30 alle ore 19.30, presso l’Aula Maria Lai della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche, l’iniziativa seminariale “In direzione ostinata e contraria. L’insegnamento di Rita Levi-Montalcini per la promozione dei percorsi femminili nelle aree STEAM”.
  • Infine il 28 gennaio, al Teatro comunale di Elmas, alle 18, è in programma una serata tra note e parole.

La Giornata della Memoria

Il suo intervento del 27 gennaio, che cade proprio nella Giornata della Memoria, così fortemente intrecciata alle vicende biografiche della sua storia familiare e in particolare alle feroci asperità incontrate dalla giovane Rita nel portare a compimento le proprie scelte formative, sarà tutto focalizzato sulla narrazione della straordinaria biografia personale e scientifica di Rita Levi-Montalcini, e sul suo inestimabile lascito come role-model d’eccellenza per le nuove generazioni di ragazze, studentesse e giovani ricercatrici.

L’evento, in linea con le politiche di promozione dell’uguaglianza di genere che l’Università di Cagliari sta portando avanti su molti fronti e in modo sempre più incisivo, sarà aperto dai saluti istituzionali del Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali Mariano Porcu, e sarà introdotto dalla Presidente del Comitato Unico di Garanzia e Delegata del Rettore per l’Uguaglianza di Genere Ester Cois.

About Giulia Marongiu

Sono una studentessa universitaria del corso di studi Beni culturali indirizzo storico-artistico. Appassionata di arte e cultura.

Controlla anche

Castello San Michele iniziative per i più piccoli

Castello di San Michele iniziative per i più piccoli

Get Widget I divertenti avvenimenti che il Castello di San Michele offre ai bambini del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *