Alexa Unica Radio
circus g653ef1892 1280
circus g653ef1892 1280

“Sonata per tubi” della Compagnia Nando e Maila il 14 a San Gavino il 15 a Oristano

I componenti della Compagnia e cosa proporranno ai loro spettatori

In scena abbiamo Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani insieme con la giovane Marilù D’Andria che, con la loro arte, trasformano i cilindri di plastica e via via i diversi attrezzi circensi in strumenti musicali. Uno spettacolo coinvolgente e estremamente piacevole che insegna a andare al di là delle apparenze per scoprire la “voce” degli oggetti: “Sonata per tubi” è uno esibizione in cui si fondono acrobazie, giocoleria e musica. «Qualunque cosa che tocchiamo o facciamo emette suono: sia gli utensili da circo, che il palco, che noi stessi» affermano gli artisti e infatti il palco si riempie di hula hoop sonanti, clave che divengono strumenti musicali, per il divertimento di adulti e bambini.

In quali luoghi gli artisti della Compagnia si esibiranno

Lo spettacolo del Circo Contemporaneo ha un doppio avvenimento nell’Isola con l’incredibile “Sonata per tubi” della Compagnia Nando e Maila . Classici accenti e coinvolgenti sketch con la “Sonata per tubi” della Compagnia Nando e Maila che proporrà ai suoi spettatori un insieme di eventi in cartellone: (sabato 14 gennaio) alle 21 al Teatro Comunale di San Gavino Monreale e domenica 15 gennaio alle 21 al Teatro “Antonio Garau” di Oristano sotto le insegne del CeDAC / Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna

La mescolanza delle varie arti portate in scena dagli artisti

Una esibizione originale e virtuosistica in cui Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani, insieme con la giovane Marilù D’Andria, rivelano la “voce” e le insospettabili potenzialità sonore degli elementi creando una unione tra musica e spettacolo in cui esibizioni acrobatiche, giocoleria e simpatiche scenette si avvicendano e si mescolano con famosissimi composizioni musicali, per un viaggio nella musica ma anche nell’energia e nello spirito rivoluzionario della gioventù.

La mescolanza di più arti da parte di Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani

Nello spettacolo proposto si mescolano i alcuni tipi di arte, dal teatro alla musica, alla danza, alle arti circensi, a comporre un racconto per quadri (quasi) senza parole dove viene messo in evidenza l’estro e la qualità dei due artisti, acrobati e musicisti come Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani insieme alla talentuosa Marilù D’Andria

Il ruolo di Marilù D’Andria all’ interno dello spettacolo

L’abilità e lo stile di Marilù D’Andria, che dà voce alle inquietudini e alla smania di avventura, le eroiche aspirazioni, il desiderio di indipendenza e il ardimento quasi incosciente di una giovane che si compara con il mondo dei grandi.

L’excursus dei tre artisti della Compagnia nella musica classica e non

Uno spericolato e rodato trio di artisti per un’antologia di “Arie di musica classica per strumenti inconsueti” che viaggia tra le opere di celeberrimi compositori come: Gioachino Rossini, Johann Sebastian Bach e Ludwig van Beethoven, per per poi addentrarsi nella musica rock e pop con alcuni canzoni che hanno fatto la storia dei due generi dai Pink Floyd e ai Rolling Stones e concludere lo spettacolo con un esibizione ricordando il grandissimo Louis Armstrong.
«Ogni cosa che tocchiamo o facciamo emette suono: sia gli attrezzi di circo, che il palco, che noi stessi» ricordano Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani e davvero nella “Sonata per tubi” ogni elemento scenico, dagli oggetti più comuni agli attrezzi, diventa parte di una coinvolgente insieme di voci e suoni, tra elaborate figure sullo stage cinese e danze aeree, prove di equilibrio e giocoleria a situazioni surreali e ardue test di abilità. Un magnifico “concerto” per sentire la dimensione “sonora” di tutte gli attrezzi, anche i più semplici, che fanno parte della vita quotidiana dove anche dei normali “tubi” possono trasformarsi in strumenti come il “Basso Tubo”, il “Tuboncello”, il “Tubiolino” e il “Mini-tubo” accanto ai non meno sorprendenti e insoliti “Clavax” (clava/ sax), “Diabolofono” (diabolo sonoro), a un “Hula-Hoop sonoro” e perfino a un “Palo sonoro”.

L’inizio dell’opera teatrale proposta dalla Compagnia di Nando e Maila

L’ esibizione – pensata e creata da Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani e Marilù D’Andria con l’ aiuto di Marta Dalla Via e Federico Cibin – inizia con uno spettacolo musicale di Nando e Maila, tra oggetti volanti e strambi strumenti, finché a “stravolgere” l’armonia giunge un’adolescente, una “principessa moderna” che appare improvvisamente come l’eroina di una storia ancora da inventare, la protagonista di una “rivoluzione” teatrale e musicale, tra epiche imprese e affascinanti avventure.

Il contenuto presente nella presentazione

«Il mito principale dei giovani di tutto il globo è quello dell’eroe. In ogni giovane esiste, nella immaginazione, nella mente e nelle zone più interne dell’animo, l’obiettivo di compiere alcunché di ardito, di particolare, che sia al di fuori del vivere quotidiano per diventare adulti» si legge nella presentazione. Nella dimensione irreale e appassionante del circo – dove tutto può succedere – la giovane è l’elemento che promuove un nuovo corso di vita e del voler fare. L’esibizione quindi diviene ancora più travolgente in un intrecciarsi di canzoni e arte circensi – tra brani classici musica rock e variazioni in jazz.
«Il circo alimenta l’estro dell’ensemble in contrappunto con clave che diventano sax e con diaboli sonori. Questo porta ad un aumento di canti polimelodici a tre voci, di balli e spettacoli di coraggio, musicali e circensi, che porteranno ad un rituale finale per il transito dall’adolescenza alla vita da adulto. Le esibizioni musicali fanno quindi trasparire l’io degli attori che con un linguaggio comune e a comprensibile a chiunque mettono in evidenza il magico gioco della vita».

La Masterclass a Macomer l’abilità dei due artisti Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani

Questo pomeriggio, venerdì 13 gennaio dalle 17 alle 19 al Padiglione Filigosa delle ex Caserme Mura di Macomer, Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani, fondatori della Compagnia Nando e Maila, faranno una lezione magistrale sull’arte circense e sull’intreccio di alcune discipline, dal teatro alla musica, alla danza, all’illusionismo, che danno vita a uno spettacolo, basato su un tema con una trama, tra esibizioni acrobatiche e numeri di equilibrismo e giocoleria, tra comicità e sketch, parleranno inoltre della loro esperienza di “antesignani” del Circo Contemporaneo in Italia

La nascita della Compagnia e la formazione artistica dei fondatori

La Compagnia Nando e Maila –creata dagli attori, musicisti e artisti circensi Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani dal 1997 esegue ottime esibizioni di Circo Contemporaneo, con un visuale che sipone come obiettivo un’indagine personale e nuova. Tra i precursori della nuova arte circense in Italia, i due artisti eseguono i loro spettacoli facendo leva sulla propria formazione ed esperienza nei vari ambiti – dal teatro alla musica alla danza, in una mescolanza di caratteri, generi e stili: personaggi messi in scena suonano e ballano, eseguono acrobazie e giocoleria, tra scenette e spettacoli pieni di risate e poesia.

L’unione tra arte circense e musica secondo Ferdinando e Maila

«Per noi la musica live ha parte poetica importante, vogliamo unire l’arte circense con l’esibizione musicale, in un unico spettacolo , e proponiamo un’ arte drammatica comprensibile, comprensibile e accessibile ad un numero sempre più più vasto di spettatori» affermano i due artistiche che nel 2011 fondarono la Scuola di Circo Ludico Educativo “ARTinCIRCO” ad Ozzano dell’Emilia. Dal 2016 la Compagnia Nando e Maila cura la direzione artistica della Rassegna di Circo Contemporaneo “Dulcamara Circus” vuole «proporre un’proposta culturale nuova sul territorio dove opera la nostra Associazione (Ozzano dell’Emilia e comuni limitrofi)» e dal 2018 ha la direzione del Festival di Circo Contemporaneo “ARTinCIRCO Festival” a Ozzano dell’Emilia. La Compagnia Nando e Maila – riconosciuta dal MiBACT –prende parte a manifestazioni e spettacoli nella penisola e all’estero – con le sue esibizioni – da “Kalinka” e “Sconcerto d’Amore” alla travolgente “Sonata per tubi”.

A chi è affidata l’organizzazione degli spettacoli chi li supporta e chi contribuisce ad essi

La serie di eventi di “Sonata per tubi” della Compagnia Nando e Maila nell’Isola è allestita dal CeDAC / Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna nell’ambito della Stagione di Circo Contemporaneo 2022-2023 – con il supporto del MiC / Ministero della Cultura e della Regione Sardegna e con il sostegno della Fondazione di Sardegna.

About Giorgio Saitz

Appassionato di calcio a livello enciclopedico con la passione per l'economia e la giurisprudenza

Controlla anche

Sartiglia di Oristano 2023 i nuovi Componidores

Sartiglia di Oristano 2023: i nuovi Componidores

Get Widget La domenica di carnevale e martedì grasso, domenica 19 e martedì 21 Febbraio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *