Alexa Unica Radio
L'inverno caldo batte i record di temperatura in Europa

L’inverno caldo batte i record di temperatura in Europa

 Le temperature estremamente calde che si sono rilevate in tutta Europa all’inizio del 2023, hanno portato gli militanti del clima a chiedere iniziative più veloci contro il mutamento riguardo al clima .

Numerosi luoghi hanno visto abbattere i propri primati in termini di temperatura nei giorni appena trascorsi, dalla Svizzera alla Polonia all’Ungheria, che ha registrato temperature fino a 18,9 gradi Celsius il 1°gennaio. Questa ondata di caldo anomale ha effetti pericolosi. Prima di tutto gli alberi incominciano a crescere prima del periodo primaverile oppure che gli animali escano dal letargo anticipatamente, rendendoli vulnerabili a successive ondate di freddo.

Le rilevazioni meteorologiche in varie parti d’Europa

In merito alle rilevazioni meteorologiche si sono registrati 25 gradi a Capodanno in Francia e in alcune zone della Germania. Temperature primaverili in Danimarca, Paesi Bassi, Liechtenstein, Lituania, Lettonia e Repubblica Ceca. Impianti sciistici chiusi in Europa per carenza di neve. I meteorologici affermano che questo può essere visto come il periodo più caldo in termini climatici (per quanto riguarda le anomalie) mai visto in Europa. Il 1° gennaio 2023 sarà probabilmente ricordato per le temperature particolarmente calde in molte parti del Vecchio Continente. Numerose le zone che nei giorni scorsi hanno visto infrangere tutti i primati: dalla Svizzera, alla Polonia, all’Ungheria, che ha rilevato la sua vigilia di Natale più rovente di sempre a nella capitale ungherese. A Budapest  e ha visto le temperature a Capodanno aumentare a 18,9 gradi. In Francia la notte tra il 30 e il 31 è stata la più rovente da quando sono iniziate le rilevazioni meteorologiche (le temperature sono aumentate a 25 gradi nel sud-ovest del Paese). In Germania le temperature rilevate dalle stazioni meteo hanno presentato apici di oltre 20 gradi. Una situazione così mite non era mai stata registrata da quando sono incominciate le rilevazioni nel 1881.

Quello che è apparso nella televisione ceca e la segnalazione dell’ ufficio svizzero

Queste stranezze meteorologiche hanno attirato l’attenzione dei media. Nella Repubblica Ceca la tv statale ha affermato che nei giardini privati alcune tipologie di alberi stavano iniziando a fiorire parecchi mesi prima. Inoltre l’ufficio svizzero che si occupa del meteo e del clima ha diffuso una segnalazione ai propri cittadini concernente il polline. Questo avviso per soggetti affetti da allergie da piante di nocciolo a fioritura precoce. Nei Paesi Baschi, a Bilbao, il termometro ha toccato 25,1 gradi. Le persone prendevano la tintarella lungo il fiume Nervion o all’esterno del Museo Guggenheim come se fossimo nei mesi estivi. «Qui piove costantemente, fa parecchio freddo ed è gennaio, ma sembra che ci troviamo in piena stagione estiva », ha affermato Eusebio Folgeira, 81 anni.

Le parole della scienziata riguardo al clima

Il gennaio più caldo di sempre certamente si inserisce in un quadro a lungo termine dell’aumento delle temperature: «Gli inverni stanno diventando più torridi in Europa a causa di temperature globali sempre crescenti », ha detto Freja Vamborg, scienziata del clima presso il Copernicus Climate Change Service dell’Unione europea.

I problemi causati da questo forte aumento delle temperature

Il 2022 è stato caratterizzato da avvenimenti meteorologici estremi, con ondate di caldo mortali in Europa e India e inondazioni in Pakistan. I record di temperatura fanno sì che le piante inizino a crescere con molto anticipo all’inizio dell’anno oppure portano gli animali a uscire anticipatamente dal loro sonno invernale, rendendoli vulnerabili.

About Giorgio Saitz

Appassionato di calcio a livello enciclopedico con la passione per l'economia e la giurisprudenza

Controlla anche

unnamed 1

LIVE with Loan and Shannon: Short-term volunteering in Cagliari

Get Widget In this episode of the podcast, we meet two short-term volunteers, Loan and …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *