Alexa Unica Radio
Una scena del cortometraggio di Cristiano Mattei “La favola del dente avvelenato” presentato al Filmfestival

Filmfestival Terre di confine al Teatro comunale di Ittiri

Il “Filmfestival Terre di confine” ritorna il 30 dicembre con una speciale anteprima della XV edizione dedicata al mondo del cortometraggio.

Il 30 dicembre apre il “Filmfestival Terre di confine” con Cristiano Mattei che presenta “La favola del dente avvelenato” assieme al protagonista Roberto Demontis. Il corto è preceduto dai cortometraggi “Kebab” e “#hoquasivinto” realizzati dal Corso Doc del Liceo Laura Bassi di Bologna. L’iniziativa è inserita nella stagione culturale ittirese firmata MAB Teatro.

Il Filmfestival ritorna con una speciale anteprima della XV edizione dedicata al mondo del cortometraggio. Venerdì sera, alle 19, nella sala del Teatro Comunale di Ittiri, il festival cinematografico accoglierà il regista sassarese Cristiano Mattei e il suo lavoro “La favola del dente avvelenato”, in compagnia dell’attore protagonista Roberto Demontis. L’ingresso al Filmfestival è libero e gratuito.

Il film, realizzato per l’Accademia Sironi di Sassari, affronta con toni grotteschi e surreali alcune insidie del benessere e della corsa verso l’ascesa sociale. In un sistema che produce una guerra tra poveri veicolando l’odio in direzione delle classi inferiori, si identificano come responsabili della propria condizione.

27122022120246

Nella trama dell’opera, una curiosa famiglia del sottoproletariato trascorre una vita fatta di umiliazioni e di stenti in un passato imprecisato. Il tutto è interpretabile anche come un presente delirante. Il narratore della vicenda, Piorreo, primogenito dall’animo sensibile e fragile. Proprio sulla scena del tentato suicidio riuscirà a ribaltare il suo destino grazie all’intervento provvidenziale di una fata.

A introdurre la serata del Filmfestival sarà il responsabile di Mab Teatro, Daniele Monachella, direttore artistico della stagione culturale di Ittiri. Assieme al giornalista Salvatore Taras, dialogherà con i protagonisti e con il pubblico. È previsto inoltre l’intervento di Sandro Sarai, presidente dell’associazione “Su Disterru Onlus” che dal 2005 organizza il “Terre di confine”, Filmfestival dedicato al confronto-incontro tra realtà cinematografiche apparentemente lontane.

Ad anticipare la presentazione de “La favola del dente avvelenato” sarà la proiezione dei corti “Kebab” (in prima visione assoluta) e “#hoquasivinto”. I due corti sono realizzati dagli studenti del Liceo Laura Bassi di Bologna, in cui è attivo dal 2015 l’indirizzo documentaristico-cinematografico “CORSO DOC” fondato dal docente Roberto Guglielmi.

Il Filmfestival si apre con “Kebab” che è un excursus fondamentalmente semiserio sui generi del cinema: la regia è di Salvatore Rauseo e Giacomo Gherardi della IF. Il corto inoltre è supportato dalla docente Anna Conti e dal tutor Simone Fratini della Cineteca di Bologna. I giovani registi e il gruppo dei collaboratori racconteranno questo lavoro al pubblico di Ittiri attraverso una clip appositamente dedicata.

#hoquasivinto” invece è un’opera collettiva della classe IIIG sul tema della ludopatia. Il corto è realizzato con il tutoraggio di Giulia Peragine di DER e della docente Eugenia Bernardi nell’ambito dell’iniziativa ‘Cinema per la scuola’ del MIUR e MIBAC.

About Samuel Pes

Appassionato di storia e di geopolitica, di lettura e di cinema. Il più grande desiderio? Diventare giornalista freelance e docente.

Controlla anche

Passaggi d’Autore 2022 – Intervista a Valerio Ferrara

Get Widget Il regista Valerio Ferrara, ospite al festival Passaggi d’Autore a Sant’Antioco, racconta ai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *