Alexa Unica Radio
Fiera Natale show cooking

Fiera Natale a Cagliari. Gran finale 22 e 23 dicembre

Birre, artigianato e agroalimentare. Gran finale 22 e 23 dicembre per gustare tutto il buono del made in Sardegna al Padiglione I del quartiere fieristico di Cagliari

Birre artigianali con focus dedicato, agroalimentare e artigianato per tutelare ma anche promuovere la sardità più autentica alla Fiera Natale. Gli ultimi appuntamenti col made in Sardegna sono giovedì 22 e venerdì 23 dicembre sempre con ingresso gratuito con orario continuato 10:30-20:30.
Una chiusura ad effetto attende il Padiglione I. Il salotto buono della Fiera con allestimenti rustici ma di classe, ideato e realizzato dal Centro Servizi per le Imprese della Camera di Commercio Cagliari – Oristano col contributo dell’assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna.

Numerosi e particolarmente significativi sono infatti gli eventi per gli ultimi due giorni.

Si passerà dalle dimostrazioni di ricette tradizionali alle masterclass di vini e birre artigianali. Dalla musica dal vivo ad opera di giovani artisti dell’Ucraina alla degustazione di prodotti enogastronomici di tutta l’isola.
Tornano gli ormai consueti show cooking nella cucina a vista, dove si alternano le ricette ad opera di importanti chef dell’Unione Regionale Cuochi Sardegna. Oltre a rievocare le tradizioni gastronomiche più tipiche, valorizzano anche le materie prime locali come l’Agnello Igp, al quale sono stati dedicati addirittura due piatti.
Per l’occasione il pubblico potrà anche ricevere gratuitamente una copia del ricettario dal carattere fortemente identitario. All’interno 16 ricette, dagli antipasti ai dolci e liquori per unire nelle tavole dei sardi il sapore autentico delle feste.
Giovedì sera, a partire dalle 18:30, spazio alla musica internazionale sul palco che ospita due artisti d’eccezione: Dj Bogdan e la cantante Ekza, lei di Mariupol e lui dei dintorni della città martoriata dalla guerra. Attraverso la loro partecipazione sarà piacevole scoprire, oltre al grande talento artistico, il potere salvifico della musica che sta al di sopra di qualsiasi ideologia (Ekza, per esempio, impossibilitata a tornare nella sua città, insegna musica a Cagliari ai bambini ucraini col preciso intento di distogliere l’attenzione dall’orrore della guerra).
Altro evento di spicco è atteso per venerdì a partire da mezzogiorno, quando la piazzetta fra le sale A e B del Padiglione I mostrerà la tradizione più arcaica barbaricina: sarà presente un grande fuoco per l’arrostita dei maialetti allo spiedo che si potranno gustare in abbinamento ai pregiati vini locali, mentre i suonatori di organetto inviteranno tutti i partecipanti a comporre un grande ballo sardo.
Sempre venerdì, ma alle 17:30, l’attesissimo appuntamento con le birre artigianali: attraverso un laboratorio e una degustazione guidata a cura di Campagna Amica Cagliari, sarà possibile scoprire caratteristiche e peculiarità delle produzioni brassicole locali accanto alla cartellonistica che fin dal primo giorno della Fiera illustra in maniera chiara le tipologie di birra più diffuse.


Il programma in breve

Giovedì 22
11:30 – Show cooking: risotto cozze e zucchine, a cura dell’Associazione Cuochi Provincia di Oristano
17:30 – Show cooking: piatto a base di lumache, a cura dell’Associazione Cuochi delle Province di Cagliari e Sud Sardegna e Oristano
18:30 – Dj Set con Dj Bogdan e Ekza
18:30 – Masterclass sui vini a cura dell’ONAV
Venerdì 23
11:30 e 17:30 – Show cooking: dolci di Natale, a cura di Chef Samuel Rainey
12:00 – Animazione territoriale, a cura del Centro Servizio Mamoiada Escursioni, con arrostita di porchetto allo spiedo, degustazione, musica e balli sardi
17:30 – Laboratorio e degustazione di birre artigianali, a cura di Anna Cossu, responsabile Campagna Amica Cagliari
Proseguono anche le attività dedicate ai bambini nel Padiglione C, realizzate con il contributo dell’assessorato alle Attività Produttive, Turismo e Promozione del Territorio del Comune di Cagliari. Sono sempre presenti le merceologie classiche della Fiera Natale, ovvero oggettistica, artigianato e creazioni del proprio ingegno con oltre 30 partecipanti nel Padiglione A. Street food e parco giochi per bambini si trovano invece negli spazi esterni del quartiere fieristico.
· Bilancio: oltre 30 mila presenze.


Giunti quasi al termine, già si tracciano i bilanci di questa quarantesima edizione, particolare sia per la rinascita post Covid e sia per la presenza del Padiglione I come espressione autentica delle produzioni artigianali e agroalimentari della Sardegna, novità assoluta rispetto alle scorse edizioni. Si stima che abbiano visitato la Fiera Natale oltre 30 mila persone provenienti da tutta l’isola, le quali in molti casi hanno letteralmente preso d’assalto gli stand.

Soddisfazione e ottimismo. Fra le 80 aziende presenti nel Padiglione I, che hanno non solo potuto risollevare le sorti della propria economia ma anche, e soprattutto, riprendere i rapporti con clienti, fornitori e in generale con tutti gli stakeholder dopo due anni di pandemia. Complici un arredo ordinato ed elegante, e la disposizione ariosa degli stand, gli espositori e le espositrici hanno così potuto mostrare in maniera accurata prodotti enogastronomici e creazioni artigianali, e attivare proficue collaborazioni in termini di presentazione e degustazione di piatti tipici.

About Nicola Melas

Studente di lingue e comunicazione. Appassionato di sport e di giornalismo sportivo, con un interesse particolare verso il calcio.

Controlla anche

rettorato cagliari mostra giorno memoria

Giorno della Memoria: mostra e convegno Università Cagliari

Get Widget All’Università di Cagliari due eventi per ricordare il Giorno della memoria, il 27 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *