Alexa Unica Radio
isreal

Cala il sipario su IsReal, vince regista vietnamita Hà Lệ Diễm

Si è conclusa la settima edizione del festival IsReal a Nuoro. Vince Children of the mist, il film vietnamita di Hà Lệ Diễm. Secondo e terzo rispettivamente Michele Sammarco e Marija Zidar.

Il potere del cinema che unisce i popoli, questo alla settima edizione 2022 del festival IsReal a Nuoro, che si è conclusa dopo una settimana intensa di proiezioni. Il primo premio è andato alla regista vietnamita Hà Lệ Diễm con il film Children of the mist. Al secondo posto si trova Michele Sammarco con Sorta Nostra. Il terzo premio invece è per la slovena Marija Zidar che ha firmato Reconciliation.

La menzione speciale della giuria se la sono aggiudicata Evgenia Arbugaeva e Maxim Arbugaev che hanno firmato la regia di Haulout.

I titoli vincitori

E si spengono i proiettori per questa edizione di IsReal che ha dimostrato ancora una volta il suo stampo internazionale. Per chi non lo sapesse Is Real è un concorso sul cinema etnografico promosso dall‘Istituto superiore regionale etnografico di Nuoro (Isre), che festeggia proprio quest’anno i 50 anni di attività.

sul gradino più alto del podio la giuria ha collocato il coraggioso film di Hà Lệ Diễm che ci fa immedesimare nella storia di un’adolescente che vive nelle montagne del Vietnam, dove persiste lo scontro tra le antiche consuetudini patriarcali e le aspirazioni moderne di una giovane donna nel Vietnam rurale.

Sorta Nostra di Michele Sammarco ci racconta gli scorci della Puglia concentrandosi sul tempo che scorre. Lo fa attraverso attraverso i due anziani protagonisti Michele e Maria che raccontano le conseguenze dell’esodo rurale nel sud Italia.

Marija Zidar con Reconciliation ci mostra la condizione dei dritti in Albania, dove vige l’eredità secolare di un antico corpus di leggi tribali che ancora regola la convivenza nelle comunità più remote del Paese.

Si è espresso il direttore artistico di IsReal Alessandro Stellino in merito al festival e ai riscontri positivi registrati: “Sono molto soddisfatto dell’esito della settima edizione che ha visto una buona partecipazione da parte del pubblico che la giuria ha saputo valorizzare al meglio i film proposti in concorso. Le opere premiate rappresentano il meglio che ha da esprimere il cinema documentario contemporaneo con particolare attenzione alle tematiche sociali e ambientali”.

About Stefania Fanni

Ciao! Sono Stefania e studio scienze della comunicazione. Mi piace perdermi tra le pagine di un libro o in qualche sala cinematrografica. Il mio unico vero amore rimane comunque il disegno e sogno di diventare un'artista.

Controlla anche

Passaggi d’Autore 2022 – Intervista a Francesco Bussalai

Get Widget Il regista nuorese, ospite di Passaggi d’Autore a Sant’Antioco racconta su Unica Radio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *