Alexa Unica Radio

Un progetto in crescita a Dorgali: L’artigianato

Esperienze artigianali a Dorgali Dorgali, dai gioielli alla pasticceria, le botteghe artigiane aprono a turisti e curiosi


Un progetto di crescita, di formazione, intrattenimento e conoscenza di Dorgali e del suo territorio. Esperienze artigianali a Dorgali (18- 21- 22 dicembre), è la manifestazione fortemente voluta dall’amministrazione e realizzata in cofinanziamento con la Regione Sardegna e l’Assessorato al Turismo, nata per valorizzare l’artigianato tipico dorgalese in tutte le sue forme, dall’oreficeria al settore dolciario.
Dorgali si mette in gioco e le carte sul tavolo rivelano al mondo l’inestimabile patrimonio tradizionale che questo comune tra la Barbagia, le Baronie e l’Ogliastra, conserva come un prezioso tesoro che merita –finalmente- di essere condiviso.

Nonostante l’enorme afflusso estivo, in gran parte incamerato dalla frazione di Cala Gonone (con altre numerose attrazioni e punto di approdo di gran parte del turismo balneare di massa) Dorgali riscopre un nuovo tipo di visitatore, più consapevolmente curioso, desideroso di conoscere i paesaggi, l’archeologia, la storia e i costumi:
“La valorizzazione di questo importante patrimonio produttivo avverrà attraverso eventi a carattere esperienziale, nei quali il pubblico potrà conoscerne e capirne l’essenza ed essere allo stesso tempo, in parte, partecipe del processo produttivo” spiegano gli organizzatori e l’assessora al Turismo di Dorgali Sonia Mele.

I vari workshop

Saranno infatti attivati dei workshop in cui aziende selezionate apriranno le loro botteghe al pubblico e mostreranno, passo per passo, la produzione di un oggetto o un dolce tipico dorgalese.
Ad essere coinvolti saranno le oreficerie Patteri di Alessandra Patteri, Esseffe di Francesco Serra, il laboratorio di Sandro Pira, l’oreficeria di Libero e Mattia Patteri, la storica dei fratelli Nieddu, Guskin di Salvatore Loi e infine le pasticcerie Antiche Tradizioni di Caterina Ruiu e quella della famiglia Mulas in via Galilei.

“Il pistiddu Dorgalese, le filigrane, oggetti come sa zoiga, le delicate ceramiche sono il marchio che, in continuità con le bellezze naturalistiche e le gustose proposte enogastronomiche, presenta Dorgali e Cala Gonone al mondo come destinazione turistica di eccezione.”

Non solo laboratori

La tre giorni prevede infatti concerti, spettacoli di artisti di strada e una visita al Museo Archeologico e al Museo Civico Fancello, quest’ultimo aperto proprio in occasione della manifestazione.

Taglio del nastro questa domenica 18 dicembre, giornata di inaugurazione dove -oltre ai laboratori- sarà si terrà alle 20,00 in piazza Aldo Moro il concerto del Black Soul Gospel Choir di Cagliari, insieme al cantante Jnr Robinson.

Mercoledì 21 dicembre dalle 18 alle 19, in piazza Asproni gli artisti del Teatro del Sottosuolo aspettano adulti e bambini con spettacoli di improvvisazione, giocoleria, equilibrismo. Il gruppo di teatranti replicherà giovedì 22 dicembre dalle 18 alle 20, concludendo con un fireshow & spiral light.

About Irene Pes

Studentessa in Scienze della comunicazione. Amo tutto ciò che riguarda le tradizioni della mia terra. Adoro viaggiare, ascoltare musica, catturare momenti indimenticabili e scoprire cose nuove. Mi prendo cura di me stessa andando in palestra e negli anni con le mie esperienze lavorative ho acquisito molta creatività, tenacia e abilità comunicative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *