Alexa Unica Radio
Denise Pinna Techfind

Techfind, pomeriggio stregato a Savona

Techfind San Salvatore Selargius. Dopo tre successi in fila si interrompe la striscia positiva, superata per 62-57 sul campo dell’Azimuth Wealth Savona nel decimo turno del campionato di A2 Femminile.
Giunte in Liguria incerottate, le giallonere sono state protagoniste di un match quasi sempre equilibrato, che le padrone di casa hanno saputo far loro nel finale grazie alle prodezze della lunga polacca Pobozy. Nulla da fare, invece, per il quintetto di Righi, che a fronte del predominio a rimbalzo (48 a 31) ha accusato una giornata storta al tiro (appena 25% dal campo).

La gara della Techfind San Salvatore

Coach Righi recupera le acciaccate Aispurua e Granzotto, e le schiera in quintetto insieme a Pinna, Ceccarelli e Srot. Dall’altra parte invece ci sono Sansalone, Zanetti, Picasso, Pobozy e Leonardini.
Ritmi alti e mani fredde in avvio: dopo 5 minuti di gara sono solo 6 i punti segnati per parte. Il San Salvatore beneficia del buon impatto di Makurat, arriva spesso primo sui palloni vaganti e tocca anche il +5. Ill primo mini intervallo viene concluso avanti sul 14-10.
Un break di 5-0 in avvio di secondo periodo consente alle giallonere di arrivare fino alle soglie della doppia cifra di vantaggio (+9 grazie alla bomba di Pandori). Le padrone di casa si scuotono ben presto e, grazie alle triple di Paleari, accorciano il gap fino a sorpassare sul 20-19 (10-0 di parziale). Le padrone di casa alzano le percentuali da fuori (Vivalda a segno per il +6), ma Granzotto replica a stretto giro di posta ristabilendo l’equilibrio a quota 27. I numerosi secondi possessi consentono quindi alle selargine di sfruttare l’onda positiva per chiudere avanti a metà gara con i canestri di Mura e Srot (31-27).
Al rientro in campo la sfida è caratterizzata dalle stesse dinamiche tecniche: Selargius domina sotto i tabelloni e realizza tanti punti da seconda opportunità, mentre Savona è abile a liberare i tiratori sul perimetro e a siglare un nuovo sorpasso sul 37-34 con la bomba di Leonardini. I canestri di Makurat nell’ultimo minuto, però, consentono alla Techfind di limitare i danni.

L’ultimo quarto e la disastrosa fine

L’ala polacca ispira il mini break in avvio di ultimo quarto che rimette le cose a posto (45 pari). Granzotto, col jumper dalla media, regala il nuovo vantaggio sul 49-48. Il match si fa sempre più combattuto sui binari del punto a punto. A 90 secondi dalla sirena, Savona accelera puntando sulle ricezioni profonde della lunga Pobozy e sugli uno contro uno di Zanetti (57-52). In uscita dal timeout di Righi, Ceccarelli trova le energie per accorciare fino al -2. A 9 secondi la tragedia: un canestro più fallo a firma Pobozy consente a Savona di piazzare l’allungo decisivo verso la vittoria, ottenuta sul finale di 62-57.

Tabellino Azimuth Wealth Savona-Techfind San Salvatore

Azimuth Wealth Savona-Techfind San Salvatore 62-57 Savona: Sansalone, Picasso 3, Leonardini 3, Pobozy 18, Zanetti 12, Ceccardi 6, Vivalda 6, Pesce ne, Poletti 2, Lo Re ne, Paleari 12. Allenatore Dagliano San Salvatore: Aispurua 5, Pinna, Granzotto 12, Ceccarelli 5, Srot 7, Mura 5, Pandori 8, Valenti ne, Makurat 15, Poddighe ne, Corso ne. Allenatore Righi
Parziali: 10-14; 27-31; 45-40
Arbitri: Chiarugi e Melai

About Giovanni Dessì

Giovane e intraprendente, appassionato di calcio nonché grande tifoso dell' AS Roma, curioso verso il mondo che mi circonda, cercando nuovi orizzonti.

Controlla anche

vsroseto 6

La Techfind San Salvatore centra il tris di vittorie!

Get Widget La Techfind centra il tris! Le giallonere battono con autorità anche Roseto e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *